La stabilizzazione dei precari al Comune di Agrigento è una svolta di grande rilevanza sociale

Dopo avere scongiurato il dissesto finanziario, l’amministrazione comunale di Agrigento ha onorato l’impegno assunto con i lavoratori precari valorizzando e dando le giuste garanzie a una categoria da decenni impegnata al servizio dell’Ente.
Si risolve così anche la pesante situazione che si trascinava da troppo tempo chiudendo definitivamente il capitolo del precariato storico interno del Comune di Agrigento.
Si tratta di personale qualificato, inserito ormai da decenni all’interno dell’organico che nel tempo ha assicurato là funzionalità dei servizi a cui è stato preposto accrescendo intanto le sue competenze.
Si può affermare senz’altro che la stabilizzazione dei 180 lavoratori precari è un traguardo storico di importanza eccezionale. Un obiettivo raggiunto dopo anni e anni di trattative, impegno, sacrifici.
Sacrifici portati avanti soprattutto da dipendenti, che hanno lavorato e svolto le loro mansioni senza mai tirarsi indietro, fino a diventare imprescindibili, ma portando sulle spalle il peso della precarietà.
Vedere oggi le loro ambizioni realizzarsi è una grande soddisfazione che consente di vedere finalmente rispettati i loro diritti.
La firma dei contratti rappresenta il giusto e meritato riconoscimento all’impegno dei dipendenti che in tutti questi anni hanno prestato con grande senso di responsabilità la loro attività nell’interesse dell’amministrazione e a servizio della collettività.
Oggi finalmente hanno visto realizzarsi la loro legittima aspettativa ed è per questo che con la stabilizzazione è stato centrato un obiettivo di grande rilevanza sociale.