La notte del Liceo classico Empedocle: si balla, si recita e si studia .FOTO/VIDEO

Anche Agrigento è protagonista della “Notte Nazionale del Liceo Classico”. GUARDA IL VIDEO

È l’Open day : musica, libri e incontri per rilanciare il Classico

Appuntamento al Liceo. Anzi, all’Empedocle. Si tira tardi in classe, tra i corridoi, nell’aula magna. Si recita, si canta, si legge, si mangia. Gli studenti sono tutti coivolti, ognuno ha un ruolo. Appuntamenti in tutta Italia; così come in città, e ad Agrigento nelle scuola della dirigente Annamaria Sermengi  l’ iniziativa è rivolta agli alunni che frequentano la classe terza delle scuole secondarie di primo grado di Agrigento e della Provincia; i ragazzi hanno potuto visitare l’Istituto, conoscere il personale docente e visitare i numerosi laboratori didattici curati dagli stessi alunni del Liceo sotto la guida dei propri docenti. Ospine d’onore l’assessore comunale Beniamino Biondi.

Il Liceo Classico “Empedocle”, al passo con i tempi, – spiega la dirigente scolastica Sermenghi accoglie le istanze delle nuove generazioni coniugando tradizione e innovazione e, con la piena consapevolezza della validità formativa del proprio indirizzo di studi, intende promuovere l’unitarietà della cultura umanistica e scientifica, facendo proprie le parole di U. Eco “Non abbandonare gli studi umanistici: il futuro è di chi sa unire le materie scientifiche all’humanitas”.

Dalle 16 l’Open Day, dalle 18,  la terza edizione de “La Notte Nazionale del Liceo Classico“, evento promosso dalla Rete Nazionale dei Licei Classici d’Italia, che prevede per venerdì 13 gennaio, l’apertura straordinaria di tutti gli Istituti partecipanti fino alle ore 24, per proporre attività culturali e creative di vario genere. L’iniziativa nasce per sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore della cultura classica evidenziandone l’attualità e l’importanza e per dare visibilità al progetto formativo dei licei classici,espressione di una grande tradizione nel panorama del sistema scolastico italiano. Intende inoltre sottolineare come al patrimonio della classicità siano legate le radici culturali della nostra società, fondata sull’umanesimo e sui principi di libertà e dignità della persona. La serata sarà caratterizzata da dibattiti letterari, rappresentazioni teatrali, laboratori didattici, caffè letterari e filosofici, concerti, danze e momenti di degustazione con sottofondo musicale, curato dagli stessi alunni dell’Istituto. 

La manifestazione– conclude la Sermenghi- è rivolta a tutta la cittadinanza e a quanti voogliono vivere l’esperienza di un Liceo che si racconta”. (DV)