La morte del medico Angelo Graceffa, proclamato il lutto cittadino

Il sindaco di Aragona Giuseppe Pendolino ha proclamato il lutto cittadino per la morte di Angelo Graceffa, medico ortopedico di 39 anni, deceduto nel reparto di rianimazione dell’ospedale “Civico” di Palermo, in seguito ad un incidente stradale che si è verificato sulla statale 115, a Sciacca. La vittima era alla guida della sua moto, su cui viaggiava la compagna Sofia Giummo di 34 anni, di Piazza Armerina, madre di 2 figli, anche lei morta dopo l’impatto all’ospedale di Sciacca. L’’intera comunità di Aragona, piange il trentanovenne, apprezzato e stimato.

“Sono profondamente rattristato da questa notizia – ha detto il sindaco Pendolino -. Consideravo Angelo un ragazzo d’oro, uno dei migliori figli di Aragona. Ortopedico di fama, si era riuscito a costruire una bella carriera professionale. Lavorava all’ospedale di Enna e aveva uno studio anche ad Aragona e ad Agrigento. Come primo cittadino e come genitore mi stringo al dolore delle famiglie di Angelo e di Sofia. A loro va tutta la mia vicinanza e l’abbraccio di tutta la città di Aragona. Sarà lutto cittadino il giorno dei funerali”.