“La malattia di Alzheimer….un ciak sul paziente fragile”

La Giornata Mondiale dell’Alzheimer ad Agrigento è stata celebrata con la proiezione in un Teatro Pirandello gremito del docufilm “PerdutaMente” prodotto da Angelisa Castronovo, Tonino Moscatt e Nicola Nocella per la Wells e Vera Film.

 

Del docufilm è autore e regista l’attore Paolo Ruffini presente al convegno organizzato dall’Asp di Agrigento.

 

La Giornata Mondiale dell’Alzheimer è stata ricordata con un lavoro di grande pregio che ha visto ritornare nella nostra città Angelisa Castronovo e Tonino Moscatt dopo il grande successo con il film “Bocche Inutili” proiettato al cinema “Ciak” alla presenza di due delle famose attrici protagoniste  tra cui Marot Sikabonyi la Maria della serie “Un Medico in famiglia”.

 

Un successo allora e un altro oggi in occasione dell’evento organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp di Agrigento.

 

Dopo i saluti del Commissario dell’Asp Mario Zappia la parola ai medici del Centro disturbi cognitivi e demenze dell’Asp Liana Gucciardino e Giovanni Alba.

“PerdutaMente” è stato un viaggio attraverso l’Italia che ha consentito di  incontrare persone straordinarie Ne è venuto fuori un lavoro fatto di tante storie. Si è trattato – dicono gli autori – di storie soprattutto di amore e non solo di dolore.

 

E’ stato possibile realizzare il docufilm grazie a Paolo Ruffini.

Un attore di una sensibilità davvero unica.

Grazie a lui e grazie anche ad Angelisa Castronovo e Tonino Moscatt che ad Agrigento hanno fatto vivere altri momenti straordinari ancora una volta.  

Eugenio Cairone