La Fortitudo vede le streghe: al PalaMoncada i granata si aggiudicano il derby 70 a 66

La Fortitudo vede le streghe: al PalaMoncada i granata si aggiudicano il derby 70 a 66

Il PalaMoncada si tinge di granata. 

La Pallacanestro Trapani si aggiudica il “derby delle streghe” battendo la Fortitudo Agrigento con il punteggio di 70 a 66.

Quattro uomini in doppia cifra per i biancazzurri, guidati da uno straordinario Chiarastella autore di 18 punti, seguito da Ambrosin con 16, Easley e James con 11.

Sul fronte opposto, Corbett mette a referto 19 punti seguito dalla doppia-doppia di Goins (15 punti e 11 rimbalzi) e poi Renzi con 12.

 

Trapani parte subito forte con Goins autore di 5 punti consecutivi preludio dell’ottima serata dell’ex Michigan.

I biancazzurri non si fanno intimorire e con due triple di James e Ambrosin si rimettono subito in carreggiata.

Le squadre si battono punto su punto: Goins per i granata e Ambrosin per i biancazzurri sono particolarmente caldi dalla lunga distanza; all’alley-oop di Easley, risponde Renzi.

Gli ospiti mettono il muso avanti sul finire di frazione, mentre i padroni di casa sciupano un paio di occasioni per recuperare chiudendo sotto di due possessi (17 – 21). 

 

Trapani è più fluida in attacco e nella seconda frazione con Corbett e Spizzichini trova il massimo vantaggio (+8).

Nel momento di maggiore difficoltà, i biancazzurri non si perdono d’animo: Cagnardi è bravo a trovare efficaci accorgimenti in fase difensiva e così, i suoi risalgono la corrente fino a ridurre lo svantaggio ad un solo possesso (25 – 27).

Gli ospiti provano un ulteriore tentativo di allungo grazie alla vena realizzativa di Renzi e Corbett venendo sistematicamente ripresi fino alla tripla di capitan Chiarastella che firma il pareggio a quota 41 in chiusura di frazione.  

 

Al ritorno sul parquet, i biancazzurri provano a spostare l’inerzia del match: Chiarastella – arrivato a quota 16 –  si carica sulle spalle la squadra e consente ai suoi di trovare anche il massimo vantaggio (+6) a metà frazione.

La forbice tra le due squadre, tuttavia, non si allarga; gli ospiti non perdono contatto e, anzi, con una tripla di Mollura allo scadere del terzo periodo, agguantano la parità a quota 55.

 

L’ultima frazione è un’altalena di emozioni: all’ennesimo tentativo di allungo dei granata (+8), i biancazzurri rispondono a dovere ricucendo lo strappo fino ad un solo punto a meno di un minuto dalla sirena.

La compagine di Parente tuttavia, mantiene la lucidità necessaria per rimanere davanti respingendo l’assalto finale e imponendosi con il punteggio di 70 a 66. 

 

Il tempo per rifiatare è poco: domenica i biancazzurri saranno di scena per il secondo derby a Capo d’Orlando contro i paladini, match valevole per la sesta giornata. 

M Rinnovabili Agrigento 66

2B Control Trapaniv 70

M Rinnovabili Agrigento: Rotondo, Moricca, De Nicolao 2, Fontana, Chiarastella 18, Ambrosin 16, Morreale, Indelicato, James 11, Moretti, Pepe 8, Easley 11. All.: Cagnardi.

2B Control Trapani: Goins 15, Renzi 12, Spizzichini 6, Ceparano, Tartamella, Mollura 7, Amici 3, Corbett 19, Nwohoucha 2, Bonacini 6. All.: Parente

Arbitri: Di Toro, Ferretti, Pecorella

Note: parziali: 17-21, 24-20, 14-14, 11-15

Testo Michele Bellavia – Foto Francesco Novara