Italia Viva prova a scuotere il dibattito politico nell’agrigentino.

Arriva ad Agrigento Italia Viva, il nuovo partito creato da Matteo Renzi dopo la sua uscita dal PD.
L’incontro ha registrato la presenza dei coordinatori e iscritti nel territorio provinciale con l’intenzione di dare un primo assetto organizzativo alla nuova formazione politica in attesa che venga approvato lo statuto nazionale che prevederà anche la sua articolazione a livello locale.

Dai primi nomi che circolano sembra che il progetto di Renzi verrà declinato anche a livello periferico secondo le caratteristiche di un progetto inclusivo di diverse esperienze che si ritrovano in un soggetto riformista, moderato, una sorta di centro che guarda a sinistra.

Non è dato sapere, a questo momento come si posizionerà nel confronto politico locale e quale strategia adotterà in vista delle prossime amministrative, specie alle elezioni per il sindaco di Agrigento. Bisognerà capire se la candidatura del sindaco uscente potrà mettere insieme come nel governo nazionale Italia Viva e il PD. È sicuramente presto per dirlo ma questa novità renderà, se possibile, ancora più frizzante il confronto.

La mancanza di nomi e di immagini, tuttavia, fa supporre che ancora il nucleo fondativo è alla ricerca di identità. Bisogna attendere ancora per capire la collocazione del partito rispetto agli schieramento e se esistono le condizioni per un appoggio a Firetto.

Leggi anche:

Italia Viva, ad Agrigento si riuniscono i fedelissimi di Matteo Renzi