Inchiesta “Girgenti Acque”: il numero Indagati sale ancora

E’ salito ancora il  numero degli indagati iscritti nell’inchiesta che ruota attorno alla gestione di “Girgenti Acque”, società che gestisce il sistema idrico in gran parte dei Comuni dell’Agrigentino. Le accuse vanno da quelle di associazione a delinquere a quelle di corruzione, truffa e riciclaggio.

Sembra infatti che nelle ultime ore la società sia stata oggetto di una nuova “visita” dei militari della Guardia di Finanza, su delega della Procura della Repubblica di Agrigento, che hanno acquisito nuovi documenti. Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti, in particolare, sembrano esserci le assunzioni nella società.

Ora, nel registro degli indagati, pare che si siano aggiunti altri soggetti agli iniziali 72 fra politici, ex politici, amministratori, vertici di Girgenti Acque, avvocati, giornalisti, dirigenti pubblici e perfino il già prefetto di Agrigento.

Un’inchiesta che sembra collegarsi con le recenti perquisizioni e interrogatori svolte nella sede della Deloitte&touche, una delle maggiori società di revisione contabile in Italia che avrebbe dovuto certificare i bilanci della società che gestisce il servizio idrico nell’agrigentino.