In auto con 100 grammi di cocaina, 32enne patteggia la pena (3 anni e 1 mese)

Tre anni e un mese di reclusione. E’ questo l’accordo tra accusa e difesa, adesso ratificato dal Gip del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, per il patteggiamento del 32enne di Canicattì, Salvatore Graci, arrestato lo scorso maggio perché trovato in possesso di 100 grammi di cocaina, nascosta nel vano motore della sua auto.

Lo stesso tramite il suo legale di fiducia, l’avvocato Angela Porcello, aveva concordato la pena, con il pubblico ministero Chiara Bisso. Graci, attualmente agli arresti domiciliari ma autorizzato ad uscire per espletare l’attività lavorativa, era accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La vicenda risale al maggio scorso, quando il canicattinese a bordo di un’auto, venne fermato e arrestato dai carabinieri, lungo la strada statale 640, in quanto nel corso di una perquisizione trovato in possesso di cocaina.