Immigrazione, il prefetto incontra la commissione affari costituzionali della Camera

Il Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, ha incontrato nei locali della base dell’Aeronautica Militare dell’Isola di Lampedusa , una delegazione della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, composta dal Presidente, Giuseppe Brescia e dagli Onorevoli Silvana Snider, Riccardo Magi, Maria Carolina Varchi e Fabio Berardini e dal Segretario, Gianfilippo Profili. Nel corso dell’incontro, al quale hanno preso parte anche i rappresentanti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia Finanza nelle articolazioni territoriale e aeronavale, della Capitaneria di Porto e dell’Aeronautica militare sono state affrontate le tematiche connesse alla gestione del fenomeno migratorio, con particolare riguardo alle attività poste in essere da parte di tutti gli Enti istituzionali coinvolti dal momento del salvataggio in mare sino all’accoglienza
nell’Hotspot di contrada Imbricola. Il Prefetto ha messo a conoscenza i parlamentari della complessa macchina organizzativa che ha risvolti di natura sanitaria per l’esigenza di effettuare i tamponi all’arrivo, di ordine e sicurezza pubblica connesse ai foto segnalamenti e delle altre
problematiche che essendo strettamente connesse al fenomeno degli sbarchi, si ripercuotono sulla comunità di Lampedusa, quale, tra le altre, la necessità dello smaltimento delle imbarcazioni utilizzate dai migranti, per il quale è in corso una intensa attività a cura dell’Agenzia delle Dogane, che vengono quotidianamente affrontate dalla Prefettura in stretto raccordo con il Ministero dell’Interno. I componenti della delegazione hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto dall’insieme delle componenti istituzionali nella complessa gestione del fenomeno migratorio che, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, ha richiesto un ulteriore impegno anche ai fini del mantenimento di adeguati standard di sicurezza sanitaria.
E’ stato anche fatto rilevare un miglioramento delle condizioni generali dell’Hotspot interessato, allo stato, da lavori di ristrutturazione che ne hanno ampliato la capienza e innalzato i livelli di qualità della struttura.