Immigrazione, Firetto: la vita delle persone prima di tutto

Siamo sgomenti. Fino a dove arriva la ragion di Stato? Qual è il limite della propaganda? Dove comincia la solidarietà, il rispetto dei diritti umani? In forza di un braccio di ferro con gli Stati europei non solidali possiamo mai accettare di sacrificare vite umane o di non essere umani con chi chiede aiuto? Io sto con chi pensa che prima di qualsiasi ragione politica ci sia la vita delle persone. Ad affermarlo è stato il sindaco di Agrigento Calogero Firetto.