Il richiamo del mare è troppo forte, ecco perchè sono tornata in Sicilia (VIDEO)

Ho sentito che qui c’era bisogno di me. Ecco la storia di Jessica e il feeling con i delfini (VIDEO)

di Domenico Vecchio.

Non c’è niente fare al richiamo del mare noi siciliani non sappiano resistere, soprattutto quando ne sentiamo la responsabilità. E la storia che vi raccontiamo oggi è legata al mare.  Jessica Alessi ha studiato biologia marina a Genova, si è specializzata, ma dopo 13 anni ha deciso di tornare a casa perchè, dice lei, “ho sentito che qui c’era bisogno di me”.  Come tanti altri suoi coetanei aveva lasciato l’isola per andare a studiare e formarsi fuori, lontano da casa. 

Raccontaci la tua storia…

Come tanti mie coetanei sono andata via dalla Sicilia per ragioni di studio. Ho vissuto a Genova per 13 anni, ho completato lì gli studi e ho lavorato con la specializzazione in scienze del mare. In particolare il mio interesse è rivolto a balene e delfini.

Cosa ti ha spinto a tornare?

Una decisione ponderata ma anche dettata dall’istinto. Ho sentito il dovere di portare le mie conoscenze in un luogo dove nessuno studiava i delfini e dove sentivo che ci fosse il bisogno di farlo.

Sapevi già della presenza dei cetacei…

Non ero sicura che ci fossero delfini, fino a quando nell’estate del 2015, mentre prendevo il sole nelle spiagge agrigentine, ho visto arrivare a riva un delfino ferito. Insieme al personale della Capitaneria di Porto lo abbiamo soccorso ed aiutato a riprendere il mare. Quell’esperienza è stata per me un segno del destino. Ed è stato proprio in quel momento che ho deciso di tornare in Sicilia

Di cosa ti occupi esattamente?

Sono una scienziata marina e ho conseguito un dottorato in ricerche scientifiche del mare. Proprio per questo abbiamo fondato un’associazione che ha sede a Favara e che si occupa di ricerca e sviluppo, finalizzata in particolar modo alla salvaguardia del mare e della biodiversità, con particolare riguardo alla popolazione di cetacei del Canale di Sicilia (Mar Mediterraneo). Questa associazione promuove attività di didattica e di formazione scientifica tramite spedizioni di ricerca, corsi di formazione, svolgimento di tirocini e tesi universitarie. Siamo impegnati in attività di ecoturismo (whale and dolphin watching) offrendo ad adulti e bambini la possibilità di partecipare alle uscite di monitoraggio e avvistamento di cetacei e altre specie marine, che ti permette di vivere un’esperienza indimenticabile a stretto contatto con i delfini, nel loro ambiente naturale. Le attività sono destinate a divulgare una conoscenza sensibile ai problemi dell’ambiente marino.   E’un’organizzazione per la protezione dei mammiferi marini e del loro ambiente, apolitica e senza scopo di lucro

E’ il tuo lavoro?

Si, faccio anche consulenze ambientali. L’Associazione è finanziata da progetti che vengono sostenuti da fondazioni ed altri enti che hanno a cuore le sorti del nostro mare. Il mio lavoro è legato al mare.

Vai per mare?

A Porto Empedocle abbiamo ormeggiata un’imbarcazione, ho una patente nautica che mi permette di allontanarmi dalla costa, questo perchè in futuro vogliamo studiare anche le balene. Per poter tutelare i cetacei dobbiamo prima conoscerli e capire cosa fanno e dove si trovano.

Attualmente cosa hai scoperto?

Dal 2016 abbiamo potuto appurare la presenza di almeno 90 delfini residenti, ormai li conosciamo per nome, loro ci sono e vivono lungo la costa. 

Dicono che gli piaccia la Scala dei Turchi, è vero?

Sì è vero, ma anche nella zona di Torre Salsa si trovano spesso.

Ma non potevi fare a Genova tutto questo?

A Genova sono in tanti a fare questo lavoro, qui non lo faceva nessuno, sentivo il bisogno e la necessità di studiare un mare che forse conosciamo troppo poco.

Possiamo dire che la tua è una storia di emigrazione al contrario?

Non c’è dubbio, ho sempre sognato di fare questo lavoro, poterlo fare nella mia terra mi gratifica.

Se avete una storia da raccontare, non siete mai partiti e avete deciso di vivere qui o se qui siete tornati dopo un’esperienza altrove, contattateci su whatsapp, saremo felici di raccontarlo

Domenico VecchioSu Facebook:  https://www.facebook.com/Direttore.AgrigentoOggi

Leggi anche: