Il centro della città teatro di alcuni episodi di violenza. Rissa a pochi metri dalla via Atenea

Il centro di Agrigento teatro di una serie di episodi di violenza, con protagonisti immigrati. Tutto quanto tra Porta di Ponte, e le vie Atenea e Pirandello. I poliziotti della sezione Volanti della Questura agrigentina hanno avviato le indagini, per risalire ai protagonisti, e accertare i motivi del parapiglia. Nel primo episodio coinvolti quattro soggetti, che se le sono date di santa ragione dalle parti di Largo Taglialavoro, a Porta di Ponte.
Ma quando sul posto a sirene spiegate sono piombate due pattuglie delle Volanti, dei protagonisti non c’era più nessuno. Uno dei rissosi, è scappato verso la via Atenea, e appena ha incrociato un migrante di passaggio, percorrere la stessa via, dopo averlo avvicinato lo ha colpito alla testa con una cassetta in legno, raccolta poco prima da un cumulo di rifiuti. Per fortuna la vittima, che nulla aveva a che fare con la zuffa, non ha riportato ferite.
Un’ora dopo altra scazzottata, questa volta dalle parti di Discesa Empedocle. In questo caso alcuni individui hanno lanciato delle bottiglie di vetro, all’indirizzo dei componenti dell’altra fazione. Ancora mezz’ora più tardi, e altro intervento delle Volanti in via Pirandello, per l’ennesimo parapiglia. Anche in questo caso i rissosi si erano allontanati. Gli agenti hanno fermato, controllato, e identificato due immigrati, a quanto pare non coinvolti nei fatti.