I benefici dello zenzero sulla salute

Spezia culinaria e ingrediente per cure naturali, lo zenzero è considerato da molti millenni come un vero e proprio toccasana per la salute dell’uomo.

Lo zenzero appartiene alla stessa famiglia della curcuma e del cardamomo, e fin dai tempi degli antichi romani il rizoma (la sua radice) è tra le piante più utili per il benessere dell’uomo. Per chi ancora non conosce le proprietà di questa pianta, all’interno di questa guida sono presenti i benefici che lo zenzero può offrire.

H2 – Le origini dello zenzero

Lo zenzero è una pianta originaria del Sud-Est asiatico, dell’India e della Cina. È da sempre un componente integrante della dieta di questa regione del mondo. Le sue proprietà aromatiche, culinarie e medicinali sono note da migliaia di anni.

I Romani importarono per la prima volta lo zenzero dalla Cina a metà del XVI secolo. Attualmente, l’Europa importa ogni anno oltre 2000 tonnellate della radice di questa pianta. I principali produttori odierni di zenzero comprendono la Giamaica, l’India, le Figi, l’Indonesia e l’Australia.

H3 – Tipi di zenzero

Quando ci si reca al supermercato o in erboristeria, è possibile acquistare lo zenzero in varie forme. Che possono comprendere:

– radici intere fresche (che offrono un gusto più forte e speziato);
– radici secche (ideale come ingrediente in cucina);
– zenzero in polvere;
– zenzero candito (si ottiene dalle radici fresche. Vengono sbucciate, tagliate a fette e cotte in sciroppo di zucchero);
– zenzero sottaceto (molto utilizzato nella cucina giapponese).

H3 – Zenzero benefici e proprietà

Lo zenzero è in grado di offrire numerose proprietà curative. Se usato sulla pelle, può aiutare a stimolare la circolazione e lenire le ustioni. Come diaforetico, favorisce la traspirazione e può quindi essere utilizzato per aiutare a trattare condizioni febbrili come l’influenza o il raffreddore.

La radice, la parte della pianta più utilizzata nelle forme di medicina alternativa, è ricca di oli volatili che contengono il componente attivo del gingerolo. Si ritiene che questo potente composto antinfiammatorio sia ideale come aiuto alle persone che soffrono di osteoartrite o artrite reumatoide. Il suo aiuto nella riduzione dei dolori, porta anche a dei miglioramenti della mobilità quando lo zenzero è introdotto con regolarità nella dieta di tutti i giorni.

Oltre a queste benefici, lo zenzero ha una lunga tradizione come medicinale per alleviare i disagi e i dolori allo stomaco. È considerato un ottimo calmativo e una sostanza che favorisce l’eliminazione dei gas in eccesso dall’apparato digerente. Coliche e dispepsia rispondono particolarmente bene allo zenzero.

Anche se è considerato sicuro, lo zenzero è una radice molto efficace che agisce farmacologicamente. Quindi, potrebbe non essere una soluzione ideale per tutte le persone. Lo zenzero contiene anche moderate quantità di ossalato. Chi soffre di calcoli renali, dovrebbe evitare di mangiare molto zenzero.

Se non si è sicuri del proprio stato di salute, è sempre opportuno chiedere un consulto al proprio medico curante o al dietologo di fiducia. In questo modo, si potrà avere la certezza che lo zenzero può portare più benefici che problemi al proprio corpo.