Harleydavidson, logo aziendale composto da elementi rappresentativi

Un logo aziendale è composto da elementi visivi con i quali un’azienda può essere rappresentata graficamente.

Ogni logo dovrebbe essere il più possibile rappresentativo della propria azienda, dato che si tratta di un componente fondamentale della brand identity societaria, ossia dell’identità del brand (o marchio) aziendale.

Un logo si compone di due elementi principali:

  • Il pittogramma: disegno o segno grafico (ad esempio la mela della Apple, il baffo della Nike o il panda del WWF);
  • il logotipo: la parte testuale, che si caratterizza nell’avere una particolare forma grafica.

Entrambi questi elementi dovrebbero essere realizzati con cura, e dovrebbero risultare originali il più possibile, così da poter differenziare il logo dagli altri già esistenti, rendendolo immediatamente riconoscibile.

 

Il logo è un componente fondamentale per l’identità di un’azienda

Se l’obiettivo è quello di sviluppare delle strategie di marketing per un’azienda che siano efficaci, occorre curare ogni aspetto riguardante la comunicazione della sua brand identity.

Anche il logo, che fa parte della comunicazione visiva, rappresenta una parte molto importante di tali strategie.

Per questo motivo, prima di procedere alla sua creazione, ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione. Maggiori informazioni a riguardo, nel prossimo paragrafo.

 

Alcuni importanti aspetti da considerare prima di creare un logo

Con Shopify creare un logo è semplice, ma affinché un qualsiasi logo (con pittogramma e logotipo) possa risultare di successo, ci sono alcuni importanti fattori da considerare nella sua realizzazione:

  • La filosofia aziendale: ogni azienda deve poter comunicare i propri valori e la propria mission, cioè la propria filosofia. Sia il pittogramma che il logotipo dovrebbero essere realizzati in modo da poterla esprimere al meglio.
  • Il target di riferimento: per poter stabilire l’aspetto grafico del logo, conviene anche individuare il target di riferimento del relativo brand. Infatti, conoscendo il pubblico diventa più facile realizzare un logo efficace.
  • I colori: molti esperti consigliano di scegliere al massimo due colori per la realizzazione di un logo aziendale. Tali colori dovrebbero anche abbinarsi bene tra loro, e non entrare in contrasto con lo sfondo su cui posizionare il logo: quest’ultimo dovrebbe essere sempre ben visibile.
  • Lo stile: può risultare molto utile creare un logo con uno stile semplice, sobrio e poco caotico. In questo modo, i suoi elementi grafici possono essere notati e memorizzati più facilmente, e risultano anche più adattabili a vari contesti.
  • L’adattabilità: un logo dovrebbe essere realizzato in modo tale da attarsi in tutti i contesti possibili in cui utilizzarlo, possibilmente anche in quelli non previsti o prevedibili inizialmente. Ad esempio, dovrebbe ben apparire sul web, negli spot televisivi, sui cartelloni pubblicitari, sui biglietti da visita, sui dépliant, sulle magliette e altri gadget, ecc. Come già evidenziato nel punto precedente, più un logo è semplice, più è adattabile.
  • L’originalità: il logo da creare dovrebbe essere diverso da tutti gli altri loghi, così da risultare immediatamente riconoscibile, evitando di creare confusione presso i clienti e i potenziali clienti.
  • Gli esempi: prendere spunto dai loghi dei grandi brand per trarre ispirazione, potrebbe essere un’ottima scelta. Anche osservare le ultime tendenze del momento in fatto di loghi potrebbe rivelarsi una buona decisione, ma se si cerca di risultare il più possibile moderni, probabilmente bisogna anche tenere conto del fatto che in futuro il logo dovrà essere aggiornato. Del resto, anche tutti i grandi brand hanno effettuato dei restyling ai propri rispettivi loghi nel corso degli anni.
  • Il payoff: l’inserimento di un payoff non è obbligatorio, ma può rivelarsi molto utile, se realizzato in maniera accurata. Si tratta di un elemento verbale che accompagna pittogramma e logotipo, ed è paragonabile ad uno slogan. Ecco alcuni esempi di payoff: “Think different” di Apple, “Impossible is nothing” di Adidas, “Just do It” di Nike, “Connecting people” di Nokia, “Dove c’è Barilla c’è casa” di Barilla, ecc. Anche il payoff dovrebbe richiamarsi alla filosofia aziendale.