Giro di droga in mano alla mafia: chiesti 20 anni e 6 mesi per Fragapane

Il pm della Dda di Catania Valentina Sincero ha chiesto venti anni e sei mesi di reclusione nei confronti di Francesco Fragapane, figlio del boss Salvatore di Santa Elisabetta.
Fragapane è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio del piccolo Di Matteo, nell’ambito del processo post operazione “Proelio” nel 2017.
Nella prima udienza sono state trattate solo alcune delle oltre quaranta posizioni  su un presunto traffico di sostanze stupefacenti e abigeato in mano a Cosa Nostra ragusana e agrigentina.
Secondo le indagini pare vi fosse un legame economico-logistico tra il clan Fragapane ed il clan Errigo dove si inserivano anche esponenti di alcune famiglie calabresi che rifornivano di cocaina la provincia di Agrigento e Ragusa.
Tra gli imputati agrigentini, oltre Francesco Fragapane,  figura anche Roberto Lampasona e Antonino Mangione.