Frana costone, a Zingarello si scava ancora

Domenica di terrore per i bagnanti di Zingarello. La spiaggia era affollata quando poco prima delle 16 è venuta giù una porzione di argilla del costone sovrastante (VIDEO).  Proprio in quel momento qualcuno ha visto passare da lì una persona. Immediatamente tra i villeggianti si è diffuso il panico e sono stati chiamati i soccorsi. Sul luogo del crollo  sono arrivati i vigili del fuoco, la capitaneria di porto e persino un elicottero del 118. Qualcuno ha temuto che una persona fosse rimasta sotto i detriti. I vigili del fuoco hanno fatto scattare i protocolli di rito. Da ieri notte lavorano per assicurarsi che nessuno si fosse fatto male. Le operazioni sono coordinate dalla sala operativa della protezione civile nazionale. Dopo i fatti di Genova, l’apprensione è tanta e l’allerta massima per qualunque evento che possa coinvolgere persone.

Sul posto sono arrivati i cani dei vigili del fuoco e poi mezzi meccanici per scavare tra l’enorme montagna di detriti depositatasi sul bagno asciuga. Alle 9 di questa mattina si scava ancora.

Dopotutto, ad Agrigento, non è la prima volta che avvengono questi crolli e la zona risulta vietata alla balneazione proprio per questo motivo. Il costone è friabile e non è raro che si stacchino porzioni di argilla, mista a sabbia. Intere tonnellate di detriti che schiaccerebbero qualsiasi cosa. Nonostante i divieti, la spiaggia è frequentata soprattutto nei fine settimana. Tanta gente abita in zona nel periodo estivo. Zingarello è un terrapieno a ridosso del mare, dove a cavallo degli anni ottanta sono nate villette, residenze estive e perfino alcuni palazzoni. Un quartiere di villeggiatura con spiagge incontaminate che però in alcuni casi sono anche difficili da raggiungere. Questo versante della costa agrigentina, come detto, non è nuovo ad episodi di questo genere. I crolli in questa porzione del litorale sono frequenti e molti si verificano non solo in inverno ma anche in estate.

LEGGI ANCHE : Frana costone a Zingarello, cani e vigili del fuoco cercano tra i detriti | VIDEO