Forza 10 dal PalaMoncada, Agrigento batte Bernareggio e accede alla Final Eight di Coppa Italia

Forza 10 dal PalaMoncada. Sconfigge Bernareggio e accede alle Final Eight 

di Michele Bellavia

È una Fortitudo schiacciasassi quella che, vincendo 92 a 74 contro la Vaporart Bernareggio, conquista la decima vittoria consecutiva, la vetta solitaria del girone e l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia. Per i biancazzurri di Michele Catalani quattro giocatori in doppia cifra. Prova maiuscola di Rotondo (22 punti), di Grande (22 punti), di Veronesi (17) e Chiarastella (12). Per gli ospiti è la prima battuta d’arresto dopo sei vittorie; ai “reds” non sono bastati i 17 di Tsetserukou e i 15 di Laudoni. Con l’assenza di Saccaggi, Cuffaro debutta nello starting five di coach Catalani insieme a Grande Veronesi, Chiarastella e Rotondo; coach Cardani risponde con Todeschini, Baldini, Laudoni, Aromando, Diouf. Primo quarto di grande intensità: gli ospiti perdono subito Diouf gravato da due falli e si fanno prendere dal nervosismo; i  biancazzurri, invece, con estrema lucidità offensiva mettono subito le cose in chiaro con il primo tentativo di allungo (+5) che costringe Cardani al timeout. Ma la reazione degli ospiti non arriva e Agrigento ne approfitta per chiudere la prima frazione avanti (28 – 18). Nel secondo quarto, l’inerzia rimane saldamente nelle mani dei padroni di casa che ritoccano continuamente il vantaggio fino al + 17 con cui chiudono la prima parte di gara (50 – 33). In avvio di ripresa la partita sembra incanalarsi nella giusta direzione: fino a metà quarto, infatti, i biancazzurri hanno un buon margine (+21), ma gli ospiti grazie ad una difesa asfissiante e spinti dalle prestazioni di Tsetseruokou riescono a ridurre lo svantaggio fino al -8 con cui si chiude alla terza sirena (64 – 56). Nell’ultimo quarto, tuttavia, Agrigento riesce con grande brillantezza a non perdere la bussola e spinta dalle triple di Grande e Veronesi e dal dominio di Rotondo sul pitturato spacca definitivamente il match (+18) mettendo i titoli di coda alla partita fino all’epilogo finale (92 – 74). 

Adesso, archiviata la prima fase, i biancazzurri avranno il tempo di rifiatare qualche giorno prima di rituffarsi in campionato per l’inizio della fase ad orologio che scatterà il prossimo 21 marzo.

Moncada Energy Group Agrigento – Vaporart Bernareggio 92-74 (28-18, 22-15, 14-23, 28-18)
Moncada Energy Group Agrigento: Alessandro Grande 22 (7/9, 2/5), Paolo Rotondo 22 (9/15, 0/0), Giovanni Veronesi 17 (0/4, 5/8), Albano Chiarastella 12 (6/8, 0/0), Giuseppe Cuffaro 7 (1/1, 1/2), Cosimo Costi 7 (0/2, 1/2), Giovanni Ragagnin 5 (0/0, 1/1), Mait Peterson 0 (0/0, 0/0), Andrea Saccaggi 0 (0/0, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0), Nicolas Mayer 0 (0/0, 0/0), Umberto Indelicato 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 16 – Rimbalzi: 29 5 + 24 (Paolo Rotondo, Cosimo Costi 7) – Assist: 15 (Alessandro Grande, Paolo Rotondo 3)
Vaporart Bernareggio: Kiryl Tsetserukou 17 (7/7, 0/1), Stefano Laudoni 15 (4/11, 1/3), Simone Aromando 9 (3/5, 0/2), Giacomo Baldini 9 (3/8, 1/3), Daniele Quartieri 8 (1/2, 2/6), Patrick Gatti 8 (0/2, 2/3), Baye modou Diouf 4 (2/5, 0/1), Riccardo Ghedini 3 (0/0, 1/2), Davide Todeschini 1 (0/4, 0/2), Gian paolo Almansi 0 (0/2, 0/0), Vladyslav Radchenko 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 32 14 + 18 (Baye modou Diouf 7) – Assist: 12 (Daniele Quartieri, Davide Todeschini 4)