Fortitudo ti presento il tuo avversario: ON Sharing Mens Sana Siena

Epifania in campo per la Fortitudo Agrigento che, per l’ultima partita del girone d’andata, è attesa sul parquet del PalaEstra di Siena per il match contro la Mens Sana.
I biancazzurri giungono a questa sfida rinvigoriti dalla sofferta vittoria sulla NPC Rieti; una vittoria scaccia crisi che regala un po’ di tranquillità al quintetto di coach Franco Ciani ancora parzialmente ridotto nei ranghi da giocatori infortunati o non al meglio della condizione fisica.
Un’eventuale vittoria sui senesi potrebbe anche regalare l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia (l’ultima partecipazione risale a due stagioni fa): perché ciò possa accadere dovranno incastrarsi bene tutte le caselle del puzzle, ovvero sperare che Latina abbia la meglio sulla Leonis e Biella esca vincente da Casale Monferrato. Ad ogni modo, in una logica di lungo periodo e tenuto conto che la classifica è corta, la cosa più importante sarà rimanere agganciati il più possibile al gruppo di testa.
Gli avversari puntano al ritorno nell’elite del basket?
La dirigenza senese, apparentemente, parte senza obiettivi dichiarati. C’è sicuramente la voglia di tornare tra le grandi del basket, ma al tempo stesso si devono fare i conti con ristrettezze di budget e difficoltà finanziarie. La partenza del campionato è stata ad handicap con la penalità di tre punti in classifica, e tuttora rimangono irrisolti i problemi di liquidità finanziaria del club, circostanza che sta destabilizzando tutto l’ambiente biancoverde e mette a rischio anche il prosieguo del campionato. Ad ogni modo, la scelta di head coach è caduta su un tecnico dall’illustre passato: Paolo Moretti. Da giocatore ha vinto tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe, mentre da allenatore vanta una promozione in Serie A con Pistoia. Per lui, toscano di nascita, si tratta di un ritorno in quella Siena dove aveva mosso i primi passi da giocatore, per assumerne adesso la guida tecnica.
Il roster è stato ampiamente rinnovato: le chiavi del gioco sono state affidate a Tommy Marino; altri innesti di spessore sono stati il centro classe ’88 Mitchell Poletti, l’ala classe ’86 Alex Ranuzzi, la guardia classe ’86 Roberto Prandin e gli under Ion Lupusor e Todor Radonjic. La quota extra-comunitaria è andata all’ex Viola Reggio Calabria A.J. Pacher e al rookie angolano Carlos Morais.
Che partita sarà?
I biancoverdi non stanno attraversando un buon momento: dopo aver recuperato i tre punti di penalizzazione grazie all’ottimo avvio di campionato ed essere stati in zona playoff ai primi di dicembre, è arrivata una striscia di quattro ko consecutivi (l’ultimo maturato contro la Leonis Roma), che li ha fatti precipitare al quartultimo posto; in fase offensiva la media punti realizzata è di 77, mentre in quella difensiva la media punti subìta è di 79.4. Una chiave sarà quella di limitare l’estro di Tommy Marino: il play senese è un eccelente assistman e può diventare straripante se gioca in perfetta simbiosi con i due lunghi Pacher e Poletti; questi ultimi sono due giocatori complementari in grado di giocare efficacemente sia fronte che spalle a canestro e sono entrambi ottimi rimbalzisti (Pacher 6.4 e Poletti 5.8); in più Poletti ha anche doti balistiche fuori dal comune e con il 47.2% è attualmente il miglior tiratore dall’arco del girone ovest.
Velociraptor
Carlos Morais. Nativo dell’Angola, classe ’85, Carlos Morais è una combo guard che incarna alla perfezione il prototipo del ruolo nella pallacanestro di oggi: dotato di un eccezionale controllo della palla, una buona capacità di assistenza e un incredibile talento realizzativo, è in grado di accelerare e spezzare il ritmo con parziali importanti. Tali capacità, oltre a presentarlo come uno dei talenti emergenti del continente africano, lo hanno reso apprezzabile anche agli scouts d’oltreoceano e in particolare a quelli dei Toronto Raptors che nel 2013 lo mettono sotto contratto; tuttavia, l’esperienza in NBA è stata brevissima. Con la Mens Sana Siena sta confermando appieno le sue qualità e con oltre 16 punti a partita, 6 rimbalzi e 3 assist è il top scorer dei biancoverdi.
Probabile starting line-up: Marino, Prandin, Morais, Pacher, Poletti.