Fortitudo ti presento il tuo avversario: LEONIS ROMA di Michele Bellavia

Ultima partita del girone di andata per la Fortitudo Moncada Agrigento che inaugura il 2018 davanti al proprio pubblico. Gli uomini di coach Franco Ciani, reduci dalla sconfitta del PalaCalafiore, cercheranno di archiviare in fretta lo smacco subìto a Reggio Calabria.

         L’avversario di turno è quella Leonis Roma che annovera tra le sue fila Alessandro Piazza. L’ex beniamino del PalaMoncada – quattro stagioni in biancazzurro – in estate si è trasferito in riva al Tevere per un campionato di alto livello con l’ambiziosa società capitolina; ma nulla avrebbe fatto presagire l’attuale

situazione, con il repentino, e forse affrettato, cambio di allenatore dopo appena tre partite (Andrea Turchetto al posto di Davide Bonora), e una classifica che comincia a diventare preoccupante (penultimo posto a quota 8 punti in coabitazione con i cugini della Virtus).

Eppure in estate molti addetti ai lavori avevano pronosticato tutta un’altra storia per l’Eurobasket. Le premesse d’altronde c’erano tutte, con un roster importante, a partire dai due americani Deloach e Sims (45 punti di media in due lo scorso anno).

         Michael “Moe” Deloach, play/guardia classe ’86 (media 17.7 punti con il 34% da tre) è alla seconda stagione con la Leonis. Il nativo della North-Carolina, è un giocatore solido e

completo (più di 4 rimbalzi a partita), spesso decisivo nei finali combattuti; inoltre crea gioco per i compagni senza rinunciare allo spettacolo.

Ma il colpo dell’estate è stato l’ingaggio dalla NPC Rieti di Deshawn Sims, ala grande classe ’88. Pagato uno sproposito, il nativo di Detroit è una delle delusioni di questa prima parte di stagione. Il suo rendimento è ben al di sotto dei suoi trascorsi in maglia reatina (16 punti di media con quasi 5.2 rimbalzi rispetto ai 20 con 7.5 rimbalzi della passata stagione).

         Per quanto riguarda la pattuglia tricolore, oltre al già citato Piazza, c’è Davide Bonessio, ala classe ’88, giocatore versatile e di grande esperienza (2.6 punti); Matteo Frassineti, guardia/ala classe ’87 (2.5 punti) ed Eugenio Fanti, guardia

classe ’91 (4.1 punti). Centro titolare, è il navigato David Brkic, classe ’82, per lui più di 7 punti a partita con 2.5 rimbalzi.

Che partita sarà? La Leonis Roma è reduce da quattro sconfitte consecutive; non vince da più di un mese (ultima vittoria il 3 dicembre contro Legnano); pessimo il rendimento fuori dalle mura amiche, con sei sconfitte consecutive on the road per i capitolini che hanno gioito solo a Napoli nella prima giornata.

         Le statistiche mettono in evidenza il secondo peggior attacco del girone (75.6 punti); sostanzialmente è una squadra bella solo sulla carta e che finora ha mostrato il suo potenziale solamente a sprazzi: una chiave saranno le marcature su Piazza (3,6 assist a partita ma con 2.4 palle perse), su Deloach (4.2 assist a partita

7° assistman del girone) e ovviamente su Sims (giocatore in flessione ma che può essere decisivo). Le festività natalizie hanno portato alcuni rinforzi finalizzati soprattutto a rivitalizzare l’apporto dalla panchina: da Treviglio è arrivato Luca Cesana, ala classe ’97; mentre da Verona, in cambio di Mitchell Poletti, è arrivato il veterano Simone Pierich, ala classe ’81.

 

Probabile starting five: Piazza, Deloach, Pierich, Cesana, Sims.