Fortitudo ti presento il tuo avversario: BERTRAM TORTONA BASKET

Doppio impegno casalingo per la Fortitudo Moncada Agrigento che sul proprio parquet, ospita questa domenica la Bertram Tortona, e nella successiva sarà impegnata con la prima della classe Junior Casale Monferrato.

I biancazzurri sono chiamati a dare una svolta dopo il filotto di cinque sconfitte consecutive. Due i punti per una pronta ed immediata ripartenza: nelle ultime tre partite lo scarto medio subito è stato di 6.6 punti, a conferma che l’intento di vincere non è mancato; poi le due belle giocate entrate nella top ten settimanale del girone ovest, che hanno visto protagonisti rispettivamente Penny Williams (10°) e Ruben Zugno (2°). Proprio il giovane play nisseno deve dare una spinta alle sue prestazioni finora caratterizzate da una certa discontinuità: 4 punti di media con 2.6 assist nelle ultime 6 partite, sono troppo pochi per chi, in qualità del ruolo che ricopre, “dirige l’orchestra” in campo.

Sul versante opposto, arrivano i leoni piemontesi, quarti in classifica a quota 22 punti e reduci dalla sconfitta subita a Roma per mano della Leonis.

CHE PARTITA SARÀ? — Con il quarto miglior attacco del girone (80.2 punti di media), la squadra allenata da coach Lorenzo Pansa gioca una pallacanestro equilibrata, con un’eccellente forza offensiva, supportata da una difesa coriacea (78.1 punti subiti – settima difesa del girone); in più, è dotata di ottimi tiratori e propone un gioco che esalta soprattutto il talento e le giocate individuali. Una chiave sarà quella di chiudere sul pick and roll, dove il rude centro Luca Garri con i suoi 13 punti a partita è sicuramente un brutto cliente; ma occhio agli spazi che, sempre in situazione di pick and roll, aprono la strada al tiro da tre dove ancora Garri, nonostante i suoi 208 cm, tira con il 40%, ma Spanghero (42%) e Johnson (41%) non sono da meno.

THE THREE TENORS — Marco Spanghero, Paulius Sorokas e Melvin Johnson. Spanghero, playmaker triestino classe ’91, sta disputando la sua miglior stagione di sempre con quasi 13 punti di media, senza contare che è anche un ottimo tiratore dall’arco e se in trance agonistica, è in grado di cambiare le sorti del match; Sorokas, ala lituana classe ’92, mette a referto 15.5 punti a partita, conditi da più di 7 rimbalzi e 3 assist; e poi c’è “l’uomo del Bronx”, la guardia americana Johnson che con quasi 18 punti a partita è il top scorer dei leoni piemontesi.

 

 

Probabile starting five: Spanghero, Johnson, Gergati, Sorokas, Garri.

 

Michele Bellavia