Canicattì: l’operazione derby è ormai scattata

 Il Canicattì da martedì è tornato al lavoro in vista del big-match di domenica prossima con i cugini del Licata, squadra capolista del girone A del campionato di Eccellenza, che proprio ieri ha vinto della Coppa Italia di categoria, Trofeo regionale intitolato a Gianfranco Provenzano. La squadra canicattinese agli ordini di mister Catania e del preparatore atletico prof. Mica ieri ha svolto una doppia seduta di allenamento, mattina e pomeriggio. La preparazione proseguirà oggi con la seduta pomeridiana, così come domani, mentre sabato mattina la squadra biancorossa svolgerà la consueta seduta di rifinitura. “Il gruppo sta lavorando sodo, come sempre, in perfetta armonia – afferma l’allenatore Seby Catania – tutto procede secondo programma”. Il Canicattì, dopo il pareggio sul difficile campo della Parmonval, si presenta all’appuntamento del “Bordonaro” con sei punti di distacco dal Licata, che guida la classifica assieme al Marsala. Abbiamo chiesto al tecnico canicattinese e pensava di arrivare con un distacco minore al confronto con la capolista? “Se pensiamo che siamo una matricola e qualche mese fa eravamo a 9 – 10 punti dal Licata e oggi sono 6 le lunghezze, il bicchiere lo vedo mezzo pieno”. Il derby è vero una partita speciale che sfugge a ogni pronostico?  “Il derby è una partita unica, importantissima, non esiste nessuna condizione affinché sia una partita come le altre. Canicattì – Licata è la partita. Per questo bisognerà dare più di quello che abitualmente riusciamo a fare”. Il derby, infatti, si porta dietro mille motivazioni. La gara di domenica prossima è molto attesa nell’ambiente canicattinese. La prevendita dei biglietti continua ad andare a gonfie vele. Al Bar Piccadilly di Viale Regina Margherita, sono oltre 800 i taglianti già venduti. La prevendita durerà fino a esaurimento. Prezzo unico di 10 euro; ridotto: donne e under 14 al costo di 5 euro. Per la “Giornatabiancorossa” ricordiamo che non sono validi gli abbonamenti e gli accrediti di favore. Al “Bordonaro” è atteso il pubblico delle grandi occasioni, simile allo scorso maggio quando la squadra festeggio in ritorno in Eccellenza.