Fortitudo scatenata, è fatta per Guariglia e Ambrosin

La nuova Fortitudo prende forma. Completato il reparto esterni, c’è solo da limare qualcosa in chiave di mercato e ufficializzare l’arrivo dei lunghi. Con Simone Pepe, Paolo Rotondo e Simone Ambrosin che aspettano solo di siglare il contratto alla presenza del main sponsor Salvatore Moncada, dovrebbe arrivare, a completare il reparto lunghi , anche Tommaso Guariglia, classe ’97, 106 Kg e 207 cm di altezza.

La Fortitudo non conferma e non smentisce. Su di lui c’è una trattativa in corso che sembra essere vicina ad una svolta. Qualcosa di definitivo si saprà tra oggi e lunedì. In attesa delle ufficializzazioni quindi, il quintetto base che dovrebbe essere messo a disposizione di coach Franco Ciani appare fatto.  Sul parquet scenderebbero dal primo secondo Ruben Zugno, Penny Williams, Marco Evangelisti, Jalen Cannon e Simone Ambrosin. Su quest’ultimo giovane il direttore sportivo Cristian Mayer crede moltissimo e non solo perché è Veneto come lui. Ambrosin, di proprietà del Venezia campione d’Italia, la scorsa stagione si è fatto le ossa in C1, mettendosi in mostra e sfociando un talento fuori dalla media. Considerato un gran lavoratore, c’è attesa adesso di vederlo misurarsi con giocatori di serie A, una condizione questa che dovrebbe portarlo alla giusta maturazione.

Ambrosin inoltre rappresenta il profilo di giocatore che insegue la Fortitudo.  E’ giovane, ambizioso, vuole mettersi in gioco, migliorarsi e crescere ulteriormente. Una sfida che stuzzica e non poco lo staff tecnico della Moncada che, con i giovani ha dimostrato negli anni di saperci fare. Con la conferma di Giuseppe Cuffaro, l’obiettivo resta quello di completare il roster con 9, 10 elementi al massimo. Insieme a Rotondo, a completare l’organico, serve almeno un altro lungo. Si va affievolendo, invece, l’ipotesi di portare ad Agrigento anche Isacco Lovisotto. Su di lui infatti la Fortitudo deve vincere la concorrenza di altre squadre che in queste ore hanno messo sul tavolo proposte allentanti. Alternative , considerato anche il basso monte ingaggi messo a disposizione, saranno altri under.  La Fortitudo infatti vuole puntare a guadagnare il bonus che la Lega di Pallacanestro garantisce a quelle società che sapranno utilizzare i giovani. (DV)