FestiValle 2019: superate le 8000 presenze ad Agrigento per la terza edizione

FestiValle 2019: superate le 8000 presenze ad Agrigento per la terza edizione del festival internazionale di musica e arti digitali

Domenica 11 agosto sulla spiaggia di Oceanomare a San Leone si è chiusa la terza edizione di FestiValle, festival internazionale di musica e arti digitali che dall’8 al 10 agosto ha avuto il suo epicentro nella straordinaria cornice della Valle dei Templi di Agrigento – la più estesa area archeologica del mondo.
Superate le 8000 presenze con gente proveniente da tutta Europa (un incremento complessivo del 15% rispetto all’edizione 2018) nei tre giorni di manifestazione, che ha visto esibirsi ad Agrigento 34 artisti da 8 paesi (Australia, Giappone, Cile, Francia, Belgio, Italia, Lituania, Regno Unito).

Dopo lo straordinario sold-out inaugurale con il live di Nu Guinea al Tempio di Giunone (esclusiva estiva per la Sicilia), tra i momenti
salienti di questa terza edizione senz’altro da segnalare i due  concerti/showcase di apertura al Giardino della Kolymbethra (Swinging Mind e Conciorto), gli apprezzatissimi  live in esclusiva italiana di Hot Sugar Band & Hetty Kate, Antoine Boyer & Samuelito, Tcha Limberger Trio e Sebastien Giniaux, ma anche gli affollatissimi dj set di Tornado Wallace, Francis Inferno Orchestra, Paula Tape, Jolly Mare sul rinnovato palco della spiaggia dell’Electro-FestiValle di San Leone (realizzato grazie alla collaborazione fra l’Arch. L.Greco,  l’Ing. Elettronico L. Zambuto in collaborazione con gli studenti del Master in Music and acoustic engineering del Politecnico di Milano). Molto suggestivo anche l’arrivo degli spettatori nella prima serata “Unconventional Night” grazie al Treno Storico FestiValle Express al Tempio di Vulcano in collaborazione con Fondazione FS.

«FestiValle resta per me una coraggiosa scommessa – dichiara Fausto Savatteri, Direttore Artistico e ideatore della manifestazione – che
intende intrecciare l’amore per la musica e quello per la mia  bellissima ma non facile terra. Visto il massiccio aumento di pubblico  (venuto appositamente ad Agrigento, anche dall’estero), al termine di  questa edizione 2019 possiamo dire che la scommessa è stata vinta.
L’entusiasmo degli spettatori e il consenso degli artisti coinvolti ci  hanno regalato tre giorni indimenticabili di pura musica non  convenzionale e di qualità in uno scenario da favola. Il sold-out in  prevendita per la serata di apertura (non scontato per un evento del  genere nel nostro contesto geografico) ci gratifica per l’impegno e la  determinazione profusa: dunque la riuscita di un evento può andare di
pari passo con una proposta di qualità senza compromessi?

I numeri di  questa edizione ne sono un’ulteriore conferma, dimostrazione di un  incremento oggettivo e incoraggiante per il quale non possiamo che  ringraziare tutti i partner che hanno saputo riconoscere da principio il valore dell’iniziativa. Eppure, dopo tanti sacrifici, sarebbe un  peccato fermarsi sul più bello; da oggi diventa infatti essenziale, per  la sopravvivenza del progetto, che alla nostra crescita corrisponda un
maggiore sostegno da parte delle Istituzioni per garantirci continuità,  programmazione e una sempre più efficace valorizzazione della nostra
perfetta e imperfetta Sicilia».

FestiValle 2019 ha saputo ancora una volta valorizzare al meglio il magnifico territorio che lo accoglie grazie ad un mix di musica, incontri, workshop in collaborazione con Sicily in Swing
(oltre 100 i partecipanti alla tre giorni di Workshop Swing curata
dalle star internazionali di Lindy Hop Kamilė Pundziūtė e Arnas
Jasiūnas)  e location spettacolari: i luoghi simbolo della Valle (il Tempio di Giunone, il Tempio di Vulcano e il Giardino della Kolymbethra) e il più suggestivo locale della costa agrigentina, OceanoMare.

Il successo
di questa terza edizione, capace anche quest’anno di superare le più  rosee aspettative, è stato reso possibile – in assenza di contributi
pubblici – dal prezioso supporto di Oceanomare e di tutti gli sponsor tra cui Associazione Acuarinto ed Amissima Assicurazioni e dei partner roBOT Festival (che ha curato anche quest’anno la sezione Electro-FestiValle), Grriz e Farm Cultural Park.