Ferrovie: pendolare, odissea su tratta Palermo-Agrigento

Ferrovie: pendolare, odissea su tratta Palermo-Agrigento Passeggero a Codacons, ripetuti guasti, abbandonati in stazione (ANSA) – PALERMO, 17 NOV – Un pendolare che utilizza il collegamento ferroviario Agrigento-Palermo, dietro pagamento di abbonamento mensile, dopo i recenti disagi a causa dei danni alla linea provocati dal maltempo, segnala al Codacons di Agrigento, che lo rende noto, quanto accadutogli ieri: “Nuovamente, siamo stati protagonisti di una indegna odissea. I treni da Palermo per Agrigento alle 14.30 ci scaricano alla stazione di Termini Imerese ( nel frattempo colpita da nubifragio) perche’ per l’ennesima volta un tratto della linea in prossimita’ di Roccapalumba, da soli quattro giorni riparato, versa nuovamente in condizioni di impraticabilita’”. “Piu’ di seicento pendolari – denuncia il passeggero – vengono abbandonati a Termini Imerese in attesa di pullman sostitutivi. Alle 15.30 ne arriva uno di 50 posti. Un’ora dopo un altro della stessa capienza, sotto la calca – ciascuno cercava di trovare un posto – e una pioggia battente. Una meta’ di noi rimane su strada e cosi’, inzaccherati, arrabbiati, consapevoli di essere stati abbandonati, sbarriamo la strada al pullman gia’ colmo. E’ intervenuta la polizia, minacciando denunce: ma lo Stato non dovrebbe essere dalla parte dei cittadini vittime di abusi e soprusi? Alcuni di noi sono arrivati alle stazioni di pertinenza alle 20.30, gli altri rimangono ancora in attesa che Trenitalia li riporti a casa, sparsi fino a tarda sera nei bus. La nostra non e’ una vita dignitosa”. Secondo il vice presidente provinciale di Agrigento Codacons, Giuseppe Di Rosa “anche il sottosegretario Giancarlo Cancelleri oramai ha capito che siamo l’ultima provincia d’Italia. Anche lui che doveva cambiare il mondo, viene e ci prende in giro”. Cancelleri il 14 novembre ha inaugurato il Frecciabianca sulla linea Palermo-Catania-Messina che impiega 3 ore e 10 minuti per percorrere 166 chilometri tra il capoluogo siciliano e la citta’ etnea e 4 ore e 15 minuti per Messina. (ANSA).