Fabio Giallombardo presenta il suo ultimo libro “Cosa Vostra” a San Leone

Venerdì  28 luglio 2017 ore 18,30, quinto appuntamento con il Caffè Letterario.  Al Centro Balneare della Polizia di Stato San Leone: IV edizione 2017 del Caffè Letterario “sulla strada della legalità”.     

Il professore – scrittore Fabio Giallombardo, dopo il successo ottenuto con il romanzo “La bicicletta volante” ritorna ad Agrigento, dove ospite della rassegna culturale organizzata dalla Questura di Agrigento presenterà “Cosa Vostra”, un percorso storico e antologico  attraverso le opere di Pippo Fava, ripercorrendo la lunga storia dei rapporti fra istituzioni italiane e mafia siciliana.

L’antologia pensata anche come supporto didattico per le scuole superiori  è corredata di schede di approfondimento e di box esplicativi.

Il poeta Vincenzo Patti  parteciperà al caffè,  declamando le sue liriche.

Alla presentazione di “Cosa Vostra” che si svolgerà venerdì 28 Luglio 2017 alle ore 18,30 all’interno del  Caffè Letterario “sulla strada della legalità” presso il Centro Balneare della Polizia di Stato di San Leone interverrà Alessandra Andreozzi – Vice Presidente della fondazione “Giuseppe Fava”. L’incontro culturale  è aperto a tutti quanti, nonché agli studenti che  vogliono apprezzare la nuova fatica dello scrittore.

Chi è Fabio Giallombardo

 Fabio Giallombardo libro "COSA VOSTRA" Fabio Giallombardo, nato a Padova nel 1973 da genitori siciliani, trascorre la sua giovinezza a Palermo, dove per 13 anni lavora come volontario coi bambini dei quartieri a rischio. Laureato in lettere, ha studiato a fondo il fenomeno mafioso sul piano storico, antropologico e nei suoi rapporti con le istituzioni. Dal 2000 a oggi ha lavorato nel mondo della scuola pubblica come insegnante, prima in Sicilia poi nelle Marche. Oggi vive a San Benedetto del Tronto, dove insegna lettere al liceo classico e dove svolge una serie di attività seminariali per docenti e per studenti sull’educazione alla legalità. Con Autodafé ha pubblicato il romanzo “La bicicletta volante”, una trasposizione letteraria degli anni delle stragi, col quale ha vinto il “premio Ninni
Cassarà” 2015 ed è stato finalista del “premio Piersanti Mattarella” 2016.