Ex datore di lavoro di Gessica Lattuca sotto processo per estorsione

Il favarese Gaspare Volpe, ex datore di lavoro della ventottenne, e sua compaesana, Gessica Lattuca, di cui non si hanno più notizie dalla sera dello scorso 12 agosto del 2018, e sospettato di averla inserita in un giro di prostituzione, è nuovamente nei guai. E’ sotto processo con l’accusa di estorsione e tentata estorsione. Il dibattimento è in corso di svolgimento davanti al collegio di giudici del Tribunale di Agrigento, presieduto da Wilma Angela Mazzara, e nell’ultima udienza è stato il turno della deposizione di una delle vittime.

Il pubblico ministero Chiara Bisso aveva chiesto il suo rinvio a giudizio e di un altro favarese, Angelo Stagno, 30 anni. Quest’ultimo accusato di detenzione e fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ha definito la sua posizione separatamente. Tutto nasce da alcune intercettazioni dei carabinieri, dopo la denuncia presentata da alcune presunte vittime di estorsione.

Nelle conversazioni si parla pure un giro di prostituzione, nel quale sarebbe finita anche Gessica Lattuca, che all’epoca dei fatti lavorava nel bar di Volpe, insieme a una seconda ragazza. In una di queste Volpe avrebbe detto ad una presunta vittima: “Dammi i soldi o ti schiaccio con la macchina, ti ammazzo quando mi capiti davanti”.