Emigrazione al contrario. Chiara, da Milano ad Agrigento per il teatro

“Storia” di Chiara, giovane performer milanese con Agrigento nel cuore. Nata e cresciuta nel capoluogo lombardo, Chiara Ketty Sardo Cardalano, 27 anni un giorno decide di abbandonare il Nord per venire a vivere ( e fare teatro ) ad Agrigento; in sostanza una sorta di migrazione al contrario. Chiara, papà giornalista e mamma ex atleta, dopo aver studiato canto, recitazione e ballo  presso la Scuola del Musical di Saverio Marconi, durante uno shooting fotografico pubblicitario in un Outlet,  incontra casualmente Giuseppe, un ragazzo di Roma che lavora nella Città dei templi con la Compagnia di Marco Savatteri.  A Milano, Chiara si sosteneva economicamente attraverso piccole collaborazioni nel mondo del cinema e della pubblicità. Giuseppe le propone di presentarla a Marco Savatteri appena lei “scenderà” ad Agrigento. In sostanza lei si innamora di tutto quello che fa Marco, compositore, autore e regista teatrale, fondatore della Casa del Musical, produttore di spettacoli nonché direttore della scuola di teatro e formatore di giovani talenti, e dopo la positiva audizione, decide di trasferirsi da Milano ad Agrigento. Il debutto di Chiara, che adesso si trova a collaborare con l’amico Giuseppe e molti altri colleghi performer, è avvenuto la scorsa estate, all’alba nella Valle dei templi, nella parte della dea Artemide, con lo spettacolo “Al passo coi templi, il risveglio degli dei”, un viaggio onirico tra mito, musica e teatro dove gli dei compaiono come statue bianche tra le colonne dei templi e prendono vita tra danze, canti e momenti teatrali. Per Chiara un successo, anche personale che ha ulteriormente convinto la giovane artista a rimanere definitivamente ad Agrigento andando a vivere nella stessa casa al Villaggio Mosè appartenuta ai nonni che diversamente era disabitata. “Mi sono innamorata del progetto di Marco Savatteri – racconta Chiara – perché investe sul valore artistico del territorio. Sono felice perché faccio ciò che maggiormente mi appassiona in una compagnia composta da tanti bravi attori, musicisti e performer, alcuni, come me, provenienti da altre regioni. Cosa farò da grande ? – continua Chiara, – Vivo delle mie passioni e trovo davvero straordinario che il mio “ufficio”, la mia sede di lavoro sia nella Valle dei templi!”. 

“Tanti giovani artisti, non solo attori ma anche coreografi direttori vocali scenografi e costumisti  scommettono su questo progetto ambizioso – le fa eco Marco Savatteri – un progetto che vuole invertire la forza centrifuga che porta via le eccellenze siciliane in forza centripeta, attirando anzi professionalità da altre città. La forza del progetto è proprio investire sugli artisti e sul patrimonio realizzando Opere nuove, in cui diverse arti si intrecciano insieme. Chiara Sardo – conclude Savatteri –  è una giovane artista poliedrica che si è formata a Milano e vuole investire sulla Sicilia portando la sua professionalità e la sua arte all’interno del gruppo. Una favola al contrario, in cui si parte ma verso il sud”.

Lorenzo Rosso