Dopo il lungo ponte dieta depurativa: i consigli della nutrizionista

DIETA DEPURATIVA DOPO LE FESTE: IL CONSIGLIO DEL NUTRIZIONISTA.

Dottoressa Ethel Greta Bocchino

Durante le Feste, si sa, il tempo trascorso seduti a tavola è talmente lungo che, in alcuni casi, non ci si alza neanche tra una portata e l’altra. Sperando che la situazione non sia stata così nelle vostre case e che abbiate trovato il tempo per fare almeno una passeggiata tra pranzi e cene, ricordiamo che per rimettersi in forma è necessario ripartire dall’attività motoria.

Ciò è particolarmente importante poiché nei pasti festivi sono spesso ricchi di carboidrati, grassi, sodio e zuccheri semplici, nutrienti che se consumati in maniera abbondante contribuiscono all’aumento della massa grassa, e possono causare gonfiore e un eccesso di sostanze nocive nel nostro organismo. Quindi i primi passi da compiere sono, appunto, integrare la routine con dell’attività fisica e l’alimentazione con cibi che possono sostenere il fegato nella sua funzione di depurazione, fortemente messa alla prova dai pranzi e dalle cene. Senza sottovalutare l’importanza cruciale dell’idratazione, bere quindi piccoli sorsi d’acqua durante l’arco della giornata, ricordando che siamo fatti per il 50-70% d’acqua, che le nostre cellule per funzionare correttamente devono essere idratate, inoltre, bere acqua aiuta a purificare il nostro organismo dalle tossine accumulate.

Altro obiettivo è regolarizzare l’orario dei pasti, evitate di far trascorrere troppo tempo tra colazione, pranzo e cena, per questo motivo sono molto importanti gli spuntini che ci aiutano a mantenere costante la glicemia, a non far rallentare il nostro metabolismo e a non farci arrivare affamati al pasto principale.

La Dieta Mediterranea è sicuramente la base da cui partire per condurre una vita in salute, è uno stile di vita che tutti dovrebbero seguire, non solo chi è in sovrappeso o obeso, è fatto di cibo e alimentazione corretta, di attività fisica, fondamentale se vogliamo stare in forma e/o perdere il peso in eccesso, di convivialità, di prodotti locali e stagionali a km 0 come frutta e verdura, ortaggi e legumi, fonti di vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. Proprio quest’ultime giocano un ruolo importante nella regolarizzazione del peso corporeo dando un maggiore senso di sazietà e migliorando il transito intestinale.

Infatti, dopo le feste gli organi più affaticati saranno sicuramente il fegato e i reni, mentre le conseguenze dirette più frequenti riguardano i parametri del colesterolo, che potrebbero essere fuori norma. Per riequilibrare l’organismo dovreste consumare cibi ricchi di antiossidanti, depurativi e antinfiammatori.

Consiglio di utilizzare la barbabietola rossa, che aiuta ad eliminare le tossine e migliora la circolazione. Potete aggiungerla cruda o cotta al vapore in frullati, nell’insalata del pranzo o nella zuppa della sera. In generale, potete utilizzare fonti integrali di carboidrati complessi poiché contribuiscono ad aumentare la quota di fibra di micronutrienti, aumentando anche il senso di sazietà. Altrettanto preziosi sono gli alimenti ricchi di vitamine A, E e C, e di Ferro e Zinco che sostengono il fegato. Come per depurarsi da metalli pesanti, anche una buona dieta disintossicante post feste si basa su frutta, verdura, cereali integrali, oli e semi oleosi. Ecco, quindi, dei consigli, che attingono ai cibi di stagione, per depurare l’organismo dopo le abbuffate festive:

  • Arancia, fragola, ananas: un vero e proprio concentrato di vitamina C, che contribuiscono sia alla purificazione dell’organismo sia al rafforzamento delle difese immunitarie.
  • Pompelmo: la sua peculiarità, tra gli agrumi, è il fatto che contiene provitamina A, C, D, B1, P. per questo si rivela molto utile nella dieta dopo le feste per la sua azione anti-colesterolo.
  • Attingendo ancora alla lista di alimenti ricchi di vitamina C, ricordiamo il kiwi che contribuisce nel proteggere il corpo dagli effetti dei radicali liberi.
  • Ottime anche le crucifere (broccoli, cavolo, verza, cavolo romano…) che sono ricche di vitamine, sali minerali, fibre e sostanze antitumorali.
  • Fondamentale per le sue proprietà depurative è anche il carciofo, che favorisce la diuresi e abbassa i livelli di colesterolo “cattivo”.
  • Per un’azione specifica sul gonfiore addominale, invece, sono consigliati i finocchi: crudi, cotti o anche come ingredienti delle tisane. Verdura, legumi e germogli a volontà: questi alimenti, infatti, soprattutto se di stagione, sono preziosi alleati del nostro corpo, in particolare dopo un periodo di scompensi alimentari come le feste. È importante, a tal proposito, consumarle fresche e crude, oppure utilizzando metodi di cottura come quella a vapore che consentono di preservarne le caratteristiche nutrizionali.
  • Inoltre, dopo un periodo in cui si sono consumati molti insaccati, carne rossa, zuccheri, alcolici e grassi, bisognerebbe evitarli almeno per un po’ e preferire minestroni, carni bianche o pesce azzurro o pesce di dimensione piccole che contengono basse concentrazioni di metalli pesanti come il mercurio, dannoso per il nostro organismo; oppure fonti vegetali proteiche come i legumi. Senza dimenticare che anche tè, tisane e frullati possono arricchire la nostra dieta depurativa dopo le feste.

Ciò che è davvero importante per me, a prescindere dal tipo di dieta, è la consapevolezza di ciò che si introduce nel proprio organismo, quindi conoscere gli alimenti, sapere di cosa son fatti per evitare ogni tipo di eccesso. Solo così, a mio avviso, possiamo avere un buon rapporto con il cibo, possiamo alimentarci correttamente senza andare a cercare alimenti “miracolosi” e senza andare ad eliminare alcun cibo considerato “dannoso”, concedendoci di tanto in tanto anche qualche sgarro.

Ricordiamoci che una dieta è efficace se può essere seguita a lungo termine, quindi evitiamo le scorciatoie, le diete drastiche che oltre ad essere fallimentari sono anche dannose per la salute. Utilizziamo, invece, il buon senso, seguendo i dettami della Dieta Mediterranea, variando l’alimentazione il più possibile, cercando di assumere ad ogni pasto i macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) ed i micronutrienti (vitamine e minerali) e senza saltare i pasti.