Dopo il dissequestro della Procura di Agrigento la Mare Jonio lascia il porto

La Procura di Agrigento ha disposto il dissequestro della “Mare Jonio”, la nave madre del progetto Mediterranea, finita sotto sequestro nel luglio scorso, subito dopo lo sbarco a Lampedusa dei 59 migranti salvati nelle acque di fronte a Tripoli.

L’imbarcazione, il tempo di fare gasolio e imbarcare le provviste, dal porto di Licata, dove era ormeggiata, ha potuto riprendere il mare, e fare rotta verso il Mediterraneo.

Sarà impegnata in una operazione congiunta con gli attivisti di Lifeline, i quali hanno messo a disposizione una neve di appoggio, un piccolo veliero, che i volontari della Ong tedesca hanno registrato ufficialmente sotto il nome di “Matteo S”.