Diramate le regole anti-Covid ai seggi per referendum ed elezioni

La Regione Siciliana ha diramato le istruzioni operative per il referendum, che domenica e lunedì prossimo, chiamerà alle urne gli italiani sul taglio dei parlamentari. Istruzioni che restano in piedi anche per le elezioni comunali del 4 e 5 ottobre prossimo.
Le forze dell’ordine svolgeranno controlli anti-assembramenti, ci saranno percorsi dedicati, e cabine distanziate. E poi tanto gel disinfettante, usato anche per le matite copiative. Ma niente termoscanner. Il controllo della temperatura corporea è delegato alla responsabilità degli elettori, che non devono uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria, o di temperatura corporea superiore a 37,5 gradi.

Le cabine saranno più distanti e all’interno delle aule potrà entrare solo una persona alla volta, con l’obbligo di indossare la mascherina. All’interno dei seggi ci saranno percorsi dedicati e le forze dell’ordine controlleranno che non si creino assembramenti.
Ogni elettore al momento dell’accesso al seggio dovrà procedere all’igienizzazione delle mani con gel idroalcolico messo a disposizione in prossimità della porta. Quindi dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, provvederà a igienizzarsi nuovamente le mani.

Ancora più complicata sarà la vita degli scrutatori. All’interno del seggio dovranno sempre indossare la mascherina, stare a distanza superiore al metro dagli altri e igienizzarsi frequentemente le mani.