Differenziata rinviata al 19 febbraio, Palermo : l’amministrazione paghi eventuali costi in più

comune agrigento

nota stampa – Differenziata rinviata al 19 febbraio. Nuccia Palermo chiede un Consiglio Straordinario aperto. Eventuali costi in più? Paghi l’amministrazione

E’ stata inviata questa mattina a mezzo PEC la richiesta di convocazione di un consiglio straordinario aperto avente ad oggetto le modalità definitive del servizio di raccolta differenziata e le relative responsabilità su  eventuali maggiori costi dovuti a tale ritardo. La richiesta porta la firma del consigliere comunale indipendente Nuccia Palermo.
“E’ inammissibile accettare in silenzio il continuo rinvio dell’inizio definitivo della raccolta differenziata in città – scrive Nuccia Palermo – Un rinvio che attesta una continua poco precisa organizzazione da parte dell’organo politico con in testa il Sindaco Lillo Firetto”.
“Voglio ricordare a me stessa e alla città tutta che lo scorso 19 dicembre il consiglio comunale fu chiamato a votare un aggiornamento del piano finanziario del servizio rifiuti per l’anno 2017 il cui maggior costo fu illustrato e motivato dall’allora Assessore Domenico Fontana. Tra le varie motivazioni – insiste il consigliere Palermo –  vi era il tardivo inizio della raccolta differenziata che oltre al normale importante e costoso conferimento in discarica, favoriva anche il conferimento arbitrario dei rifiuti sul nostro territorio da parte dei comuni viciniori già interessati dal servizio di raccolta differenziata”.
“Ho sentito parlare ed auspicare ad un cambio di mentalità da parte della città durante le dichiarazioni rilasciate dal nuovo assessore. Dunque,  questa potrebbe essere la prima dimostrazione del cambio di mentalità da parte dell’amministrazione della quale lo stesso Hamel fa ora parte e che anche se a fasi alterne ha sostenuto. E’ giusto – sostiene Palermo – che qualora ci fossero responsabilità  politiche, amministrative e gestionali relative ai famosi ritardi, i responsabili paghino di tasca propria eventuali costi aggiuntivi”.   
Ho chiesto al Presidente Daniela Catalano la convocazione urgente di un consiglio comunale straordinario e aperto alla città, alle forse sindacali e alle associazioni dei consumatori – conclude il Consigliere Palermo – al fine di riuscire finalmente a chiarire sia le modalità definitive del servizio di raccolta differenziata posticipato al prossimo 19 febbraio sia le responsabilità degli scandalosi continui ritardi e rinvii noti ormai a tutti. Basta pagare sempre e solo i cittadini, paghino gli eventuali responsabili“.