Dal vertice con il vice ministro Cancellieri almeno emerga la verità

Per domani 22 novembre il viceministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, ha convocato un vertice ad Agrigento per fare il punto dei cantieri sulle strade che collegano il capoluogo a Palermo e a Caltanissetta. Al tavolo tecnico parteciperanno i sindaci interessati e la Cmc di Ravenna che sta lavorando all’ammodernamento delle due arterie con notevoli ritardi.

Alla Cmc il vice ministro ha fatto precise richieste per quanto riguarda gli affidatari dei lavori che riguardano i cantieri che insistono sul tratto Mezzojuso Vicari della Palermo Agrigento, per il quale si prevede la chiusura dei lavori entro il prossimo anno.

Nello stesso tempo Cancellieri si è rivolto all’Anas affinchè non si smantelli la carreggiata esistente nei prossimi lavori, in modo da limitare i disagi e garantire livelli di sicurezza a chi percorre questa trafficatissima strada.

Non abbiamo le competenze specifiche per commentare questo tipo di indicazioni, tuttavia è chiaro che gli aspetti tecnici della vicenda, come ben si comprende, si intrecciano con una serie di problemi che riguardano altre situazioni che hanno contribuito a rallentare oltremodo i lavori facendo anche peggiorare la mobilità di una provincia già penalizzata da un notevole gap infrastrutturale.

Le popolazioni interessate meritano chiarezza e risposte precise alla legittima ambizione di potere godere di servizi in linea con quelli di altre aree del Paese.

Riunioni, vertici e tavoli tecnici si ripetono da troppo tempo accompagnati sempre da dichiarazioni roboanti che danno per risolti i problemi.

E’ giunto il momento di non replicare i vecchi e logori copioni di una politica inconcludente e specializzata in passerelle mediatiche e di fare chiarezza dicendo la verità ai cittadini.