Crolla parte della caserma della GdF a Punta Bianca

Da 25 anni Punta Bianca attende di essere dichiarata riserva naturale. Dentro quest’area vi è una ex caserma della Guardia di finanza, che potrebbe essere ripristinata ed utilizzata per finalità legate alla fruizione dell’area. Invece dal 1968 l’edificio in questione è abbandonato a se stesso, senza alcuna manutenzione e senza alcuna guardiania. Tutto ciò ha provocato diversi crolli: il soffitto è venuto giù ed anche alcune pietre della muratura esterna si sono staccate.
“Negli scorsi giorni – dice MareAmico -, qualcuno si è pure introdotto nella casa e l’ha ulteriormente vandalizzata, provocando il crollo della scala interna. Sono necessari significativi ed urgenti interventi di consolidamento, di ricostruzione e di restauro che mirino alla conservazione dello stabile. In attesa dell’istituzione della riserva naturale, da parte delle Regione Sicilia, Mareamico e Marevivo chiedono di aver affidato, in comodato d’uso l’edificio in questione, al fine di accelerare la messa in sicurezza e la sua ricostruzione, prima che sia troppo tardi”.