Corteo al cimitero comunale: omaggio alle tombe dei giudici uccisi dalla mafia.

Oggi, al cimitero comunale di Canicattì, il corteo è ritornato in presenza, dopo la pausa forzata dello scorso anno a causa dell’emergenza covid.

Il sindaco Vincenzo Corbo ha sostato commosso davanti le tombe dei giudici Livatino e Saetta, trucidati dalla mafia.

Al corteo hanno preso parte, oltre i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, gli assessori della  giunta comunale e diversi concittadini.