Confcommercio a fianco degli asili nido per superare le criticità.

“In questo particolare e difficilissimo periodo continuiamo ad interrogarci sulle concrete misure da adottare al fine di far ripartire l’economia, tutelando al tempo stesso un bene fondamentale, la salute di ognuno di noi.

Ancor oggi, dopo due anni pandemici, attendiamo la graduale ripresa, tant’è che sempre più grande è la necessità di vere opportunità per ogni singola attività economica e produttiva.” Il Vicepresidente di Confcommercio Agrigento, l’Arch. Gero Niesi, nel far proprio il grido di aiuto di alcune strutture nel settore degli asili nido e delle sezioni primavera, intende rinforzare la propria vicinanza, rappresentando le loro legittime istanze all’INPS al fine di una pronta e definitiva risoluzione.
“Ma le Istituzioni Pubbliche, i Comuni, gli Uffici periferici dello Stato cosa stanno facendo – continua Niesi- per agevolare e migliorare la condizione attuale di tante famiglie, di tantissime aziende? Stanno realmente al fianco di ognuno di noi, alleviando le sofferenze di ciascuno, difendendo il territorio in cui operano? Stanno realmente agevolando questa agognata ripresa?
Confcommercio Agrigento da sempre al fianco delle imprese, lo è ancor di più oggi in cui percepisce il bisogno di ascolto delle numerose attività economiche in difficoltà.
Sempre e da sempre a fianco delle imprese agrigentine costantemente e comunque, manifestando vicinanza attraverso un concreto sostegno, soprattutto nel perorare le loro istanze che spesso, oggi più che mai, diventano insormontabili problemi di carattere burocratico, quando l’interlocutore sono le diverse istituzioni, e si traducono in danni economici importanti per le aziende e per i lavoratori e le loro famiglie.

Dirimere le problematiche in atto, dare voce ad ogni singola pratica, significa soddisfare, realmente, le aspettative e deve essere l’obiettivo prioritario di tutte le istituzioni, che devono stare al fianco delle imprese del territorio.
Le strutture di asilo nido e sezione primavera, regolarmente riconosciute dai Comuni, oltre ad essere dei veri e propri operatori economici svolgono anche un importante ruolo sociale nei confronti di tante famiglie e l’obiettivo di Confcommercio è proprio quello di riportare stabilità lavorativa alle strutture e serenità alle famiglie.”