Condannato per truffa e frodi informatiche: arrestato e portato in carcere

Deve scontare 3 anni e 3 mesi di reclusione, e deve pagare una multa di 2.200 euro. In esecuzione di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura di Agrigento, i poliziotti del Commissariato di Licata hanno arrestato un disoccupato 50enne, del posto, pregiudicato.

La pena che l’uomo deve espiare scaturisce da un provvedimento di unificazione di pene concorrenti, riguardanti reati contro il patrimonio (truffe e frodi informatiche). L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato portato al carcere “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento.