Condanna cancellata, assolto trentasettenne

Assolto “perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato”, e prescrizione per gli altri reati. I giudici della Corte di Appello di Palermo, accogliendo il ricorso e le tesi del difensore, l’avvocato Davide Casà, hanno cancellato una condanna a 7 mesi di reclusione, inflitta dal giudice monocratico del Tribunale di Termini Imerese, nei confronti di Giuseppe Angarussa, trentasettenne di Porto Empedocle.

L’imputato, in primo grado, era stato condannato per violazione della Sorveglianza speciale. La vicenda risale a circa cinque anni fa, quando l’empedoclino era stato denunciato dai carabinieri di Vicari, in seguito ad un controllo stradale. Venne trovato alla guida di un’auto di sua proprietà senza avere la patente di guida, inoltre, gli erano stati trovati tre cacciaviti.