Concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio, archiviazione per Michele Cimino

Archiviazione per il deputato regionale Michele Cimino, il padre Gioacchino ed il segretario particolare Giovanni Galizia. L’indagine, nata dalle dichiarazioni di alcuni pentiti,  era stata avviata per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio.

Il deputato regionale agrigentino, era stato in pratica accusato di aver ricevuto voti dalle cosche empedocline. Ipotesi che non hanno trovato alcun riscontro per cui è stata disposta l’archiviazione.