Comunicato del Comitato civico “Uniti per Ravanusella “

Il comitato civico “Uniti per Ravanusella” ha di recente rilasciato un comunicato per rispondere all’associazione “Mani Libere “, di seguito ecco il comunicato nella sua totalità.

” In qualità di Comitato civico “Uniti per Ravanusella “, desideriamo replicare alle  recenti dichiarazioni rese dal presidente dell’associazione “Mani Libere “in merito allo stato dei luoghi dell’ex distributore di benzina in Piazza Ravanusella. La presenza di rischi  ambientali derivanti dagli impianti di carburante in ambito urbano, è regolata dal DDL sulla Concorrenza del 2015 (Atto Senato numero 2085/2015),che prevede tra le misure adottate, il progressivo decentramento delle stazioni di servizio in aree extra urbane.

Esprimiamo pertanto plauso all’iniziativa di rimozione dell’area di servizio adottata dal Comune di Agrigento con Delibera numero 9 del 17 gennaio 2018. Circa lo stato attuale dei luoghi,che si auspica siano resi fruibili in tempi brevi, il sito descritto si interfaccia con l’intervento di riqualificazione del quartiere denominato “Girgenti “, che prevede un project financing di 12 milioni di euro, mirato al recupero urbanistico dell’area a monte della vecchia piazza.

Il dinamismo propositivo dei residenti, commercianti e titolari di strutture ricettive presenti in zona, hanno suggerito nuove iniziative economiche come l’istituzione di un mercato ortofrutticolo a chilometro zero e la programmazione di diverse attività destinate alla riqualificazione urbana dell’area, con collaborazioni civiche già concordate con la Giunta e con consiglieri d’opposizione che hanno consentito, tra l’altro, l’esecuzione dei servizi di spazzamento meccanico e la rimozione delle strutture metalliche dell’ex area di rifornimento. Evidenziato che l’area descritta risulta “area di cantiere non liberamente fruibile “, la riduzione d’ingombro e la rimozione dei vecchi pannelli in truciolato, hanno permesso una restituzione ottica complessiva del vecchio pano sovrastato dalla settecentesca Chiesa di Santa Lucia.

Pertanto, a parere degli scriventi, le foto ritratte con la presenza di autoveicoli in sosta all’interno di zone di cantiere, evidenziano isolati atteggiamenti di automobilisti indisciplinati. Disponibili a dialoghi e confronti costruttivi,, il Comitato a cui non è pervenuta alcuna segnalazione, si dissocia da eventuali dichiarazioni rese da residenti della zona che mortificano l’attività di propositiva collaborazione ad oggi perseguita.

Gli scriventi hanno comunque provveduto a segnalare alle Autorità competenti, il ripristino della recinzione di cantiere e una pedissequa sorveglianza dell’area descritta nonchè dei parcheggi limitrofi anch’essi  saltuariamente occupati daveicoli con sagoma fuori limite . ”

Il Comitato “Uniti per Ravanusella”