Comunali, la sfida si chiude nei quartieri

Firetto in un video di dieci minuti racconta le emozioni vissute in cinque anni. Miccichè: «Daremo dignità alla città, non ci dormiremo la notte».

Una sfida dei quartieri e lunga quattro stagioni. Nell’ultimo giorno di campagna elettorale Calogero Firetto e Francesco Miccichè, candidati rispettivamente sotto i simboli delle liste civiche e del centrodestra, si fronteggeranno a distanza nelle platee delle periferie e del centro cittadino.

Una sfida su tutti i fronti, anche e soprattutto sui social: “Cinque anni di emozioni e responsabilità, riassunti in un video di dieci minuti” per il sindaco uscente. “Non ci dormiremo la notte, cercheremo in tutti i modi di restituire dignità alla nostra città e cominceremo proprio dalle periferie”, per Franco Miccichè. 

Proprio in giro nei quartieri sono stati in questi ultimi giorni di competizione i due. Incontri e lunghissime passeggiate.

I due competitor, al culmine di una campagna elettorale lunghissima che a tratti è sembrata anche estenuante, cominciata nell’autunno dello scorso anno, sospesasi per il lockdown e poi ripresa sul bagnasciuga delle spiagge di San Leone e, per finire ancora con l’ingiallire delle foglie, sono ormai alle battute finali. Ultimo giorno di campagna elettorale prima del silenzio, in vista del voto di domenica 18 e lunedì 19.

In giornata Firetto registrerà un video nel quartiere di Fontanelle, circa 12mila abitanti, agglomerato urbano a nord della città. Poi  appuntamento a Villaseta, parte sud di Agrigento, dove nel rispetto delle misure anticovid, insieme ai suoi sostenitori registrerà un altro video che poi sarà diffuso sui social. 

Franco Miccichè invece chiuderà la campagna elettorale così come aveva fatto al primo turno. Incontri e appuntamenti  tra la gente nei quartieri al mattino, aperitivo nel centro città in serata prima del coprifuoco.

La campagna elettorale è cominciata ufficialmente lo scorso 10 settembre con la presentazione ufficiale di simboli e liste e i primi confronti pubblici. Inizialmente sulla griglia di partenza erano in sei. Tre donne e tre uomini. Dopo il voto del primo turno Francesco Miccichè ha totalizzato il 36,68% (11.564 voti); Lillo Firetto 27,95% (8.813); Marco Zambuto 17,19% (5.421); Daniela Catalano 10,04% (3.164); Marcella Carlisi 4,70% (1.482); Angela Galvano 3,44% (1.083). Al secondo turno Firetto si presenta con le stesse liste che lo hanno sostenuto dal principio. Miccichè oltre alle tre liste civiche e Vox, ha preso a bordo anche Forza Italia e Diventeràbellissima del presidente della Regione Nello Musumeci.