Comunali, il PD si ferma la sinistra no – VIDEO

Il Pd fermo, la Sinistra no

Ad Agrigento il Partito democratico è in stand by, ma non l’area democratica che nel frattempo si è organizzata creando un’alternativa. Se il vero assente della competizione è appunto il partito di Zingaretti, che non ha costruito nessuna lista e con alcuni dei suoi esponenti che si sono rimescolati in liste civiche a sostegno del sindaco uscente, c’è chi come Angela Galvano, da sempre vicinissima ad Angelo Capodicasa, volto storico della sinistra in città, sta provando a costruire un nuovo soggetto politico. A sostegno della consigliera comunale, che cinque anni fa fu eletta in quota PD, ci sono due liste civiche che vanno ad abbracciare tutta quell’area progressista che altrimenti al momento non si troverebbe rappresentata. Socialisti, Articolo 1 e fuoriusciti dal PD appunto.  

GUARDA IL VIDEO CON LE INTERVISTE – DEGLI ESPONENTI NAZIONALI E REGIONALI DI ARTICOLO1 – CLICCA QUI

“Siamo la concreta alternativa nella città di Agrigento – ci tiene a sottolineare la Galvano – nel nostro progetto vi sono tutte le caratteristiche per costruire una città migliore. Siamo l’alternativa sia nel merito che nel metodo. Il nostro progetto è aperto a tutti, pensiamo ad un’Agrigento dove vengono superate le disparità e dove si parli di ascolto, di condivisione, progetti e progettualità”.

Tra le proposte della Galvano quello di realizzare un tavolo permanente con tutte le associazioni di categoria, sindacati, rappresentanti del terzo settore, per mettere insieme idee e proposte per creare ricchezza ed occupazione per i giovani.

Insomma la Galvano non si pone limiti, per questo le sue liste civiche hanno sì chiari riferimenti all’area di centro sinistra, ma ambiscono a raccogliere consensi anche fuori da questa precisa connotazione politica. 

La candidatura della Galvano è stata presentata a San Leone, alla presenza tra gli altri, oltre che di Angelo Capodicasa anche dell’on. Arturo Scotto coordinatore nazionale di Articolo Uno, l’on. Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo Uno, Pippo Di Falco, segretario provinciale di Sinistra Italiana, Antonio Palumbo segretario provinciale di Rifondazione Comunista e gli assessori designati. I lavori sono stati moderati dal giornalista Nino Randisi, designato assessore nella giunta della candidata Galvano.