Cinque consigli prima di affittare casa a Palermo

Hai deciso di affittare casa a Palermo? Questo è il momento giusto per farlo, perché l’andamento del mercato immobiliare è dalla tua parte e puoi riuscire a trovare delle ottime occasioni! In particolare per quanto riguarda l’offerta di monolocali in affitto Palermo ha moltissimo da offrire in questo periodo perché il Covid ha modificato le esigenze di molte famiglie. Sempre più persone infatti cercano case più ampie e lasciano dunque liberi gli appartamenti di scarsa metratura.

Come sempre tuttavia gli imprevisti e le brutte sorprese sono dietro l’angolo, dunque prima di stipulare un contratto d’affitto ti conviene prestare attenzione ad alcuni dettagli importanti. Ecco alcuni consigli che ti permetteranno di trovare casa a Palermo ed evitare spiacevoli inconvenienti. 

 

  • #1 Attenzione ai privati: è meglio affidarsi ad un’agenzia

 

Prima di tutto, devi sapere che affittare direttamente da un privato senza passare da un’agenzia è alquanto rischioso. Spesso e volentieri per risparmiare si sceglie questa strada, ma alla fine si rivela una pessima idea perché solo un’agenzia immobiliare è in grado di offrire delle garanzie che consentono di stare del tutto tranquilli. Inoltre, bisogna anche considerare che rivolgendosi direttamente ad un privato si rischia di spendere di più. I professionisti del settore effettuano delle verifiche oltre che una valutazione dell’immobile, dunque ti permettono di pagare il giusto canone. 

 

  • #2 Controllare la zona  in cui si trova l’appartamento

 

Un altro aspetto fondamentale che non deve mai essere sottovalutato è l’ubicazione dell’appartamento. Il quartiere infatti fa una grande differenza, sia in termini di vivibilità che per quanto riguarda il valore dell’immobile. Andare a vivere in una zona che non è ben collegata al resto della città o che risulta pericolosa potrebbe per esempio rivelarsi un problema. Vale dunque la pena controllare sempre la precisa ubicazione dell’appartamento e se non si conosce il quartiere informarsi prima di stipulare un qualsiasi contratto. 

 

  • #3 Chiedere il certificato di conformità dell’impianto elettrico

 

Quando si va a visitare un appartamento spesso non si riescono a notare alcuni dettagli che però in seguito si rivelano alquanto problematici, se non addirittura pericolosi. Capita spesso ad esempio che un immobile si presenti bene ma nasconda delle criticità per quanto riguarda l’impianto elettrico o quello del gas. Specialmente se l’appartamento è datato, è fondamentale richiedere al proprietario tutti i certificati di conformità per essere sicuri che l’impianto elettrico e quello del gas siano a norma. 

 

  • #4 Visionare l’attestato di prestazione energetica

 

Un ulteriore dettaglio importante riguarda la prestazione energetica dell’edificio, che soprattutto se datato potrebbe non essere dotato di cappotto termico o di un sistema di isolamento adeguato. Questo è un fattore che non deve mai essere sottovalutato, perché incide in modo notevole sulle spese a carico dell’affittuario una volta che va a vivere nell’immobile. Se infatti la classe di efficienza energetica è bassa, la dispersione termica è notevolmente superiore e questo significa che di riscaldamento o climatizzazione si spendono cifre decisamente importanti. 

 

  • #5 Informarsi sulle spese condominiali

 

Se l’appartamento si trova in un condominio, conviene sempre informarsi sulle spese da sostenere perché può capitare che queste siano elevate, specialmente se è presente un ascensore o un servizio di portineria.