Cinema. La modalità aereo di Fausto Brizzi

Cosa potrebbe accadere se un imprenditore perdesse il cellulare con i numeri di telefono dei grandi del mondo? E se a trovarlo fossero i due addetti dell’aeroporto dopo essere stati umiliati dall’imprenditore? La risposta è semplice. Ventiquattro ore di inferno, come quelle trascorse nel film “Modalità aereo” da Diego Gardini in volo verso l’Australia.

Durante il viaggio di Gardini (interpretato da Paolo Ruffini), Ivano (Lillo) e Sabino (Dino Abbrescia) useranno il suo smartphone, dimenticato nel bagno dell’aeroporto, per vendicarsi del maltrattamento e delle umiliazioni subite. Così i due spendono i suoi soldi, facendosi invitare a feste per VIP e, inoltre, danneggiano la sua immagine tramite tweet compromettenti.

“Modalità aereo”, coprodotto con Rai Cinema, segna il ritorno di Fausto Brizzi dopo l’archiviazione delle accuse di molestie da parte di alcune aspiranti attrici, che lo hanno visto protagonista delle cronache alla fine del 2017.

Il cast è composto da Paolo Ruffini, Lillo e Dino Abbrescia e, infine, Caterina Buzzanti e Violante Placido, donne forti accanto a uomini difettosi. Vi è anche un cameo di Sabrina Salerno.

“Modalità aereo”, oltre ad essere dedicato all’amicizia, secondo quanto affermato dallo stesso Brizzi, propone agli spettatori una riflessione sul mondo moderno e sul rapporto con la tecnologia, a volte anche troppo stretto.

Il film sarà proiettato a partire da oggi presso il Cinema Concordia di Agrigento. Orario degli spettacoli: 18.30-20,30-22,30.