CeSVoP e LABSUS incontrano i sindaci dell’agrigentino

A partire dal 3 ottobre 2022 la Sicilia ospiterà una serie di incontri istituzionali con il coinvolgimento di associazioni e cittadini mirati a spiegare e raccontare l’Amministrazione Condivisa, il percorso per attuarla e quali obiettivi si pone: un vero e proprio tour organizzato dal CeSVoP, il Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo, insieme a diverse associazioni delle province di Agrigento, Caltanissetta e Trapani all’interno dei progetti “Di Acqua e Di Terra, Di Fuoco e di Aria”, “Connessioni di Comunità” e “TVB – Territorio Volontariato Bene Comune”, realizzati con il sostegno di Fondazione Con il Sud.

Gli speaker. Protagonista degli incontri sarà l’associazione Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà che propone un percorso di alta formazione su beni comuni e progettazione sociale per e con le pubbliche amministrazioni dei comuni delle province coinvolte. Sono diversi i momenti formativi che compongono i vari incontri, gestiti e curati in primis dal dott. Pasquale Bonasora, presidente di Labsus e principale esponente del modello dell’Amministrazione Condivisa, affiancato dalla dott.ssa Valentina Frosini, ricercatrice dell’Università di Firenze, e dalla dott.ssa Marcella Silvestre, coordinatrice dell’Area Progettazione e Sviluppo del CeSVoP.

Gli appuntamenti. Si parte il 3 ottobre dalla provincia di Agrigento con il Comune di Bivona alle 15:00 per proseguire il giorno successivo a Cianciana la mattina, dalle 10:00, e ad Alessandria della Rocca dalle 15:00. Il 5 ottobre si passa invece alla rete di comuni del progetto delle province di Caltanissetta e Agrigento con Licata (ore 9:00) per poi passare a Butera (ore 11:30), mentre il 6 ottobre il tour si sposta a Niscemi e Mazzarino, rispettivamente alle ore 9:00 e alle ore 11:30. Infine il 7 ottobre l’approdo nella provincia di Trapani: alle 10:00 sarà il Comune di Castellammare del Golfo a ospitare l’incontro, con presenti anche gli amministratori del Comune di Calatafimi, mentre alle 15:00 spetterà al Comune di Salaparuta chiudere la cinque giorni di incontri.

Le tematiche. L’amministrazione condivisa è un tema divenuto importante negli ultimi anni e a cui le comunità di cittadini e gli stessi comuni hanno iniziato a prestare grande attenzione. Si contrappone di fatto al modello di amministrazione tradizionale, basato principalmente su rapporti asimmetrici di tipo verticale e gerarchico, fondandosi invece su relazioni di collaborazione e, soprattutto, di condivisione con un maggior coinvolgimento della cittadinanza attiva, ovvero quei cittadini che “si attivano per lo svolgimento delle richiamate attività di interesse generale all’interno di una comunità”. Un modello che trova attuazione nel principio costituazionale di sussidiarietà orizzontale presente all’art. 118, co. 4 che consente ai cittadini e all’amministrazione pubblica “di svolgere su un piano paritario attività di interesse generale, concernenti la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni”, attraverso i principi di fiducia reciproca, pubblicità e trasparenza, responsabilità, inclusività e apertura, pari opportunità e contrasto alle forme di discriminazione, sostenibilità, proporzionalità, adeguatezza e differenziazione, informalità, autonomia civica, prossimità e territorialità.