A Casteltermini i funerali del DJ motociclista morto in un incidente

Il rombo di motociclette, ha accompagnato la bara di Sergio. Poi sono stati liberati al cielo dei palloncini bianchi. I suoi compagni di viaggio, motociclisti come lui, hanno voluto salutare così il feretro che si allontanava verso il cimitero. Con motori accessi e scortando il corteo funebre. Tutta Casteltermini si è stretta intorno a Sergio Centinaro, il giovane di 25 anni, morto lo scorso lunedì in un incidente stradale autonomo verificatosi alle porte della cittadina agrigentina mentre viaggiava sulla propria moto. In tanti hanno voluto testimoniare vicinanza il giorno del suo fuenerale.  Le esequie si sono tenute nella Chiesa Madre. A celebrare da don Domenico Mangione. “Poche parole, meglio scegliere il silenzio e affidarci a Dio” ha detto in sintesi il sacerdote nella sua omelia funebre. Ieri, per la triste occasione, il sindaco di Casteltermini, che tra l’altro era legato da sincera amicizia allo sfortunato castelterminese, ha proclamato il lutto cittadino.