Carenze organico. Sindaco: “Potenziare l’ospedale”

“Siamo pronti a coinvolgere sindaci, presidenti dei consigli comunali e consiglieri di Palma di Montechiaro, Ravanusa e Campobello, in azioni di salvaguardia del San Giacomo d’Altopasso. Stop al ridimensionamento dell’ospedale”. Lo ha annunciato oggi il sindaco di Licata, Pino Galanti, che insieme al vice sindaco Antonio Montana ha partecipato alla riunione della Commissione Consiliare Sanità, convocata per affrontare la difficile situazione dell’ospedale di Licata con riferimento alle carenze di organico.

“Già da tempo abbiamo avviato – ha detto il primo cittadino – un confronto con i vertici dell’Asp di Agrigento, facendoci portatori degli interessi della nostra comunità, chiedendo in maniera ferma azioni che, piuttosto che ridimensionare, potenzino il San Giacomo d’Altopasso. Abbiamo intenzione di ribadire le richieste, insieme alle amministrazioni ed ai consigli comunali di Palma di Montechiaro, Ravanusa e Campobello di Licata che ci proponiamo di coinvolgere nella nostra iniziativa. Del resto il San Giacomo d’Altopasso accoglie i pazienti dei Comuni limitrofi al nostro”.

“Dopo il confronto con gli amministratori degli altri Comuni – conclude Pino Galanti – decideremo tempi e modi per interessare alla soluzione dei problemi dell’ospedale di Licata, i vertici dell’Asp di Agrigento, l’assessore regionale alla Salute ed i componenti la Commissione Regionale alla Salute”.