Carcere duro (41 bis) per i boss di “Nuova cupola” e “Montagna”

Da oggi carcere duro per molti degli arrestati nell’operazione “Montagna” e riconferma della misura per due boss giovani ed emergenti Giovanni Tarallo e Francesco Ribisi, entrambi catturati nel corso del blitz “Nuova cupola” e detenuti dal 26 giugno 2012 dopo aver subito condanna ad oltre dieci anni di carcere.

Carcere duro anche per i personaggi eccellenti del blitz “Montagna”, i capi per intenderci, quelli individuati grazie alle investigazioni della Dda di Palermo e dei Carabinieri del Reparto operativo di Agrigento.

Il regime del 41 bis è stato applicato a partire da oggi a Francesco Fragapane, di Santa Elisabetta, ritenuto capo della mafia provinciale agrigentina; Calogerino Giambrone, reggente della famiglia mafiosa di Cammarata e San Giovanni Gemini, Pasquale Fanara, mammasantissima di Favara; Giuseppe Nugara, ritenuto a capo della famiglia mafiosa di San Biagio Platani; Giuseppe Spoto reggente della famiglia di Bivona ed è in arrivo anche per Antonio Vizzì reggente della famiglia di Raffadali.