Canicattì lieta di accogliere Preti e Vescovi provenienti da ogni parte della Sicilia

Programmata dalla  Commissione Presbiterale Siciliana (CPS), “quale organo rappresentativo dei Presbiteri, che collabora con la Conferenza Episcopale Siciliana (CESi)”,   si terrà a Canicattì, martedì prossimo 6 giugno, festa di Maria Ss. dell’Odigitria,  l’annuale  “Giornata sacerdotale mariana regionale”. 

Una festa liturgica mobile questa dell’Odigitria, della Madonna cioè che guida mostrando il cammino.

E come è noto, la Madonna Odigitria è la patrona della Sicilia ed è ricordata ogni anno dalla liturgia il martedì che segue la domenica di Pentecoste, con un culto diffusissimo sin da tempi  più remoti, anche in Sicilia.

Così  Canicattì,  negli anni passati   famosa  per il Venerabile P. Gioacchino La Lomia e  poi per l’Uva Italia, e più recentemente  anche per il martirio del giudice-ragazzino Rosario Livatino,  accoglierà quest’anno vescovi e preti provenienti da ogni parte dell’isola.

Li accoglierà con gioia  in questa particolare  ricorrenza liturgica mariana, offrendo  ai tanti fedeli che parteciperanno, la possibilità  di pregare non solo per i gravi problemi generali

di carattere politico e sociale che travagliano la nostra isola, ma   anche per l’asfittica economia locale, con i problemi di oggi, conseguenti alla crescente disoccupazione e dilatazione della povertà.

Il raduno dei tanti Vescovi e tantissimi preti delle varie diocesi siciliane, si terrà nel Santuario della Madonna della Rocca,  con l’annesso Convento dei Frati Cappuccini, meta di tanti pellegrinaggi di fedeli provenienti da ogni parte, per  il  mausoleo  che custodisce  i resti mortali del Venerabile P. Gioacchino La Lomia.  Che è un frate  cappuccino proprio di Canicattì, grande figura di missionario ed  evangelizzatore,   che nacque  molto ricco, visse assai  poveramente  ed è  morto  in fama di santità a 74 anni, il 30 luglio 1905.

Martedì prossimo, all’inizio, dopo l’accoglienza  alle 9, 30 ci sarà  il saluto del

nostro arcivescovo-metropolita  card. don Franco Montenegro, e del Vescovo  di  Ragusa  Carmelo Cuttitta, Segretario della CESi e Presidente della Commissione Presbiterale Siciliana,  a cui poi seguirà  la riflessione di Bruna Costacurta, docente emerito di Esegesi dell’Antico Testamento presso la Pontificia Università Gregoriana, sul tema “La sequela indicata da Maria: un cammino di libertà”.

La solenne concelebrazione eucaristica fissata per le 11,30  sarà presieduta da S.E. Mons. Salvatore Gristina, arcivescovo-metropolita  di Catania e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana.

Successivamente la giornata si concluderà  l’agape fraterna negli ampi locali della  Chiesa Parrocchiale di  Santa Chiara, retta dal vicario foraneo del vicariato di Canicattì, don Giuseppe Argento.

Diego Acquisto