Cani legati e ammassati in un canile diroccato: condannato il proprietario

Condanna per il proprietario di un vero e proprio canile lager e abusivo in una struttura fatiscente e diroccata. a Ribera. I cani legati, erano costretti a stare chiusi in spazi angusti e in terribili condizioni igienico-sanitarie.

La condanna arriva dopo pochi mesi dall’ennesimo intervento delle guardie zoofile dell’Oipa di Agrigento che lo scorso luglio avevano di nuovo sequestrato nella stessa struttura 16 cani costretti a vivere sui tetti sotto il sole cocente, rinchiusi in minuscoli recinti legati a catene o segregati in una stanza e circondati da urina, feci e pane secco.

L’uomo dovrà pagare un’ammenda di 1500 euro e rimborsare le spese processuali all’Oipa, costituitasi parte civile al processo.