Camera ardente sulle note di Morricone per Salvatore Moncada

Camera ardente sulle note di Ennio Morricone al PalaMoncada. A suonare la musica di Nuovo Cinema Paradiso il maestro Francesco Buzzurro, amico di Salvatore Moncada. Non una colonna sonora casuale, l’imprenditore  amava la musica di Morricone, un vero patito, tanto da assistere persino ad alcuni suoi concerti. E’ stata una mattinata piena di emozioni e malinconia, tante le persone che hanno reso omaggio a Salvatore Moncada presenziando alla camera ardente allestita in quell’impianto che lui stesso ha voluto, realizzato e tanto amato. L’imprenditore e patron della Fortitudo Agrigento è deceduto giovedì scorso. La salma  è stata traslata dall’ospedale San Raffaele di Milano, dove  Moncada si era ricoverato per accertamenti, fino ad Agrigento. Familiari, autorità, amici, sportivi, con la formazione della Fortitudo al completo, dipendenti e semplici cittadini, attorno al feretro per omaggiare un uomo che tanto ha dato al territorio agrigentino. L’ingresso al pubblico al PalaMoncada per l’ultimo saluto al feretro consentito dalle 11 alle 14.30. I funerali nel pomeriggio, alle 16, nella cattedrale di Agrigento. Il feretro è circondato da grandi mazzi di rose rosse. “ E’ un giorno triste perché è il giorno dove prendere atto che Salvatore Moncada non è poi tra noi” questi i sentimenti di chi usciva dalla camera ardente.

Foto Nino Piraneo